/ Eventi

Eventi | 05 novembre 2018, 15:42

La Fiom-Cgil sul futuro della Fiat e dell'automotive

Domani alle ore 11 conferenza stampa nella sede della FIOM-CGIL di Torino, in via Sagra di San Michele

La Fiom-Cgil sul futuro della Fiat e dell'automotive

La FIOM-CGIL rende noto che domani, martedì 6 novembre, alle ore 11 si terrà una conferenza stampa nella sede della FIOM-CGIL di Torino in via Sagra di San Michele 31, per illustrare l'iniziativa di mobilitazione della FIOM-CGIL sul Gruppo FIAT e sull'automotive in generale.

Alla conferenza stampa sarà presente Edi Lazzi, segretario provinciale della FIOM-CGIL di Torino. Edi Lazzi, segretario provinciale della FIOM-CGIL dichiara: "Torino sta attraversando un periodo di profonda crisi economica e di prospettiva sul suo futuro. Il settore industriale più importante, che è quello automobilistico ha visto in questi anni calare drasticamente il numero delle auto prodotte e di conseguenza gli occupati. Bisogna intervenire velocemente, per rilanciare con investimenti e nuove produzioni, questo fondamentale settore".

"Per rimettere al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica, delle istituzioni, della politica il tema del rilancio economico della nostra città, partendo dall'automotive, la FIOM-CGIL ha organizzato una settimana di mobilitazione in cui sarà presente nei luoghi principali di Torino, per distribuire un volantino e parlare con i cittadini. C'è bisogno di avere un'idea di sviluppo economico. Noi pensiamo che si debba partire dal non perdere e rilanciare ciò che già abbiamo".

"Vogliamo porre la questione economica e occupazionale come una priorità assoluta per Torino e il benessere economico della collettività".

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium