/ Cronaca

Cronaca | 12 marzo 2020, 09:20

Film e sport "senza limiti" a 350 euro annui con abbonamenti pirata a pay tv: 15 denunce

A finire nei guai due coniugi e un connazionale rumeno di 40 anni, residente a Settimo

Film e sport "senza limiti" a 350 euro annui con abbonamenti pirata a pay tv: 15 denunce

Quindici persone nei guai, nel Torinese, per abbonamenti pirati a pay tv. E’ questo l’esito dell’attività dei Carabinieri di Mathi, che hanno denunciato i soggetti per violazione del diritto d’autore con diffusione abusiva di decoder e ricettazione.

I militari hanno individuato due insospettabili coniugi  rumeni ,di 33 anni e 39 anni, lui disoccupato e lei badante, e un loro connazionale di 40 anni, residente a Settimo Torinese. Il trio aveva realizzato un vero e proprio laboratorio per la diffusione illecita di palinsesti televisivi delle maggiori piattaforme a pagamento.

A novembre 2019 gli uomini dell’Arma avevano sequestrato server e computer, mediante i quali era possibile ricodificare i dati delle pay tv, quali Sky, Dazn e Mediaset Premium, e distribuirli mediante il web grazie alla sottoscrizione di un abbonamento illecito.

Grazie alle analisi dei dati telematici e al ritrovamento di un vero e proprio registro contabile, sono stati identificati i clienti che hanno acquistato i “pacchetti” illegali e sono stati denunciati per il reato di ricettazione. Il listino prezzi dell’attività criminale era il corrispettivo di 50 euro per ottenere il decoder e la sottoscrizione di un abbonamento di 350 euro annui per vedere “senza limiti” qualsiasi canale di pay tv.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium