/ Cronaca

Cronaca | 25 marzo 2020, 11:34

Coronavirus: prezzi del supermarket aumentati del 200%, denunciato titolare a Lanzo Torinese

Generi alimentari di prima necessità come pane e olio venduti a più del doppio. Una colomba pasquale da 3 euro costava 7 euro

Coronavirus: prezzi del supermarket aumentati del 200%, denunciato titolare a Lanzo Torinese

Ha approfittato dell’emergenza Coronavirus per ritoccare i prezzi dei prodotti in vendita, con incrementi superiori anche al 200%. La Guardia di finanza di Lanzo Torinese ha denunciato il titolare di un supermercato che vendeva generi alimentari di prima necessità e altri prodotti a prezzi ingiustificatamente più alti. La merce considerata “in offerta” dal circuito commerciale del quale fa parte il punto vendita, ha subìto un notevole incremento del prezzo rispetto al costo reale previsto dal marchio nazionale di riferimento. Pane, olio e altri cibi essenziali venduti a prezzi esorbitanti, ma anche la colomba pasquale da poco più di 3 euro è arrivata a costare quasi 7 euro. Per non farsi scoprire l’esercente ha fatto scomparire il volantino delle offerte, tanto che gli inquirenti l’hanno dovuto reperire in rete.

Nel corso dell’intervento, inoltre, i militari hanno scoperto che l’uomo, in totale violazione dei decreti emessi dal Governo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, continuava a vendere merci non considerate di prima necessità. L’esercente è stato denunciato alla Procura di Ivrea per il reato di “Manovre speculative su merci” e ora rischia sino a tre anni di reclusione e sanzioni per 25.000 euro. Una seconda denuncia è scattata per aver posto in vendita prodotti per i quali oggi è vietata la commercializzazione. I Finanzieri hanno chiesto alla Procura l’autorizzazione per evitare il sequestro delle merci e destinarle ai più bisognosi.

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium