/ Politica

Politica | 30 marzo 2020, 18:55

Coronavirus, Icardi: "I dati di positivi e quarantenati su un'unica piattaforma, a disposizione di operatori e forze dell'ordine"

L'Unità di Crisi della Regione Piemonte presenta la prima banca dati in Italia che raggruppa le informazioni sui contagiati in tempo reale. Servirà a sindaci, polizia e ospedali per conoscere dati e situazione dei pazienti

Coronavirus, Icardi: "I dati di positivi e quarantenati su un'unica piattaforma, a disposizione di operatori e forze dell'ordine"

I dati dei malati, dei positivi al test e dei quarantenati da Coronavirus saranno da oggi inseriti in un'unica piattaforma, a totale e libera disponibilità di forze dell'ordine, operatori sanitari, protezione civile, prefetture, procure e sindaci, che potranno consultarla via pc o smartphone tramite App.

L'iniziativa, prima di questo genere in Italia, arriva dalla collaborazione tra l'assessorato alla Sanità della Regione Piemonte e Csi, permetterà ai soggetti autorizzati di accedere alla Piattaforma, una sorta di banca dati aggiornata in tempo reale ed espandibile, per monitorare la "storia clinica" di ciascun paziente positivo, dalla presa in carico alle dimissioni, con dati aggiornati su ricoveri, posti letto disponibili, decessi e guarigioni.

"Siamo gli unici in italia ad aver realizzato un prodotto di questo tipo in piena emergenza", ha spiegato l'assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi. Che ha poi aggiunto: "Più di cinquecento sindaci si sono già accreditati, aspettiamo gli altri settecento (i Comuni in Piemonte sono 1.181, ndr). Nel frattempo la Protezione civile continuerà a inviare i dati come finora fatto".

Nella giornata odierna, infine, è stato sottoscritto un protocollo di collaborazione per la gestione dell'emergenza Covid-19 tra l’Unità di crisi della Regione Piemonte e Anci, Upi, Anpci, Uncem e Ali (Legautonomie).

Daniele Angi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium