/ Cronaca

Cronaca | 09 maggio 2020, 06:50

Moncalieri, rafforzati i controlli di vigili urbani e carabinieri nel primo weekend della Fase 2

Grazie alle telecamere scoperti i danni arrecati da alcuni minori al Giardino della Luna. L'amarezza del sindaco Montagna: "20 mila euro di danni, ferita per tutta la città e per chi rispetta le regole"

Moncalieri, rafforzati i controlli di vigili urbani e carabinieri nel primo weekend della Fase 2

Moncalieri si appresta a vivere il primo fine settimana della Fase 2 e il sindaco Paolo Montagna ha invitato tutti alla prudenza: "Con il bel tempo, con la voglia di uscire all’aria aperta. Potremo farlo per svolgere attività sportiva o motoria, ma non siamo ancora nella fase del liberi tutti".

"E’ bene ricordarlo: non si può accedere alle aree giochi per bambini, come da decreto del Presidente del Consiglio. Sono vietati ovunque gli assembramenti. Bisogna mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro", ha ricordato il primo cittadino. "Ecco perché i controlli nei giardini e piazze, in capo a Polizia Municipale e Carabinieri, saranno concentrati e saranno rigorosi. La nostra bussola deve essere, sempre, il rispetto delle regole. E questo vale per tutti, anche per i nostri ragazzi più giovani".

A tal proposito, il sindaco ha citato un episodio di poche ore fa. "Nel nuovo Giardino della Luna, a Borgo San Pietro, in cui i lavori sono in conclusione, ci sono stati gravi danni alla gomma che è stata posata nei giorni scorsi. Era l’ultimo intervento prima della chiusura del cantiere, prima di inaugurare un nuovo spazio verde che non ha uguali in Città e che si rivolge a bimbi, ragazzi e famiglie di Borgo San Pietro e di tutta Moncalieri".

La Polizia Municipale ha analizzato le immagini delle nuove telecamere posizionate in zona: si nota l’accesso di numerosi adolescenti, che scavalcano le recinzioni. "In questo modo, si è violato il divieto di accesso nei giardini e nelle aree verdi, disposto per l’emergenza. Si tratta, come è evidente dalle immagini, di minori. Questa, è la cosa che mi ferisce di più", ha detto il sindaco Montagna. "Si tratta di minori che hanno causato un danno alla collettività, che verrà quantificato, ma potrebbe raggiungere i 20 mila euro. E che allungherà i tempi dei lavori, praticamente conclusi".

La Polizia Giudiziaria sta facendo le indagini, che ovviamente si rivolgeranno ai genitori di questi ragazzi, con una richiesta di risarcimento danni. "Credo che, in qualche modo, questo episodio così come l’emergenza che stiamo vivendo, siano in qualche modo legati", ha aggiunto Montagna. "Le misure restrittive contro il Covid e il loro rispetto ci hanno ricordato che in questa città esiste una stragrande maggioranza, molto spesso silenziosa, che rispetta le regole e che si accerta che lo facciano anche i loro figli. Ed è grazie a questa maggioranza se oggi possiamo guardare con fiducia al futuro".

"Ma c’è anche una minoranza, che rompe l’altalena appena montata, che imbratta i muri degli edifici pubblici, che lascia un immondezzaio sopra il parcheggio Multipiano del centro storico, che non raccoglie le deiezioni dei cani. Che fa sversamenti abusivi di rifiuti, come l’uomo che sempre grazie alle fototrappole piazzate dalla nostra Polizia Municipale è stato individuato e denunciato mentre scaricava immondizia nei pressi del cimitero di Revigliasco", prosegue con il conto delle nefandezze il sindaco di Moncalieri.

"Questa città non starà a guardare questa minoranza che non sa fare e stare in Comunità. Sui bambini e sui ragazzi, continueremo ad agire con una grande campagna di educazione civica nelle scuole, appena sarà possibile rientrare. Perché non è mai colpa loro", alza il tono Paolo Montagna. "Sugli adulti che compiono questi atti, invece, utilizzeremo tutti i mezzi a nostra disposizione per punire le condotte che danneggiano la nostra Comunità. Ecco il senso del piano telecamere che stiamo completando: sono 200, in tutta la città, molte già operative".

"Lo facciamo per la nostra Comunità, perché la maggioranza silenziosa che rispetta le regole non resti senza voce, perché a Moncalieri non c’è spazio per questi comportamenti", ha concluso il sindaco Montagna.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium