/ Cronaca

Cronaca | 19 maggio 2020, 13:17

Colpito dal divieto di avvicinamento ai familiari, disattende la misura tre volte in tre giorni

Era appena uscito dal carcere per lo stesso reato

Colpito dal divieto di avvicinamento ai familiari, disattende la misura tre volte in tre giorni

Un venticinquenne italiano residente nel quartiere Barriera di Milano è stato arrestato lo scorso sabato mattina da personale della Squadra Volante per il reato di atti persecutori nei confronti della mamma.

Il giovane, che versa in una condizione di dipendenza dalla cocaina, ed ha precedenti di polizia per rapina, lesioni, maltrattamenti in famiglia, furto in abitazione e sequestro di persona, era stato scarcerato da appena 7 giorni per il reato di maltrattamenti in famiglia; non appena libero, è tornato a molestare i familiari. Incurante della misura del divieto di avvicinamento ad essi, si è infatti presentato a casa della nonna e,  facendo leva sul forte legame affettivo che li lega, ha chiesto inizialmente riparo per una notte.

Poi, però, ha costretto nelle ore successive di fatto la madre ad accorrere in soccorso dell’anziana donna, poiché pretendeva dalle donne continui versamenti di denaro finalizzati all’acquisto di sostanze stupefacenti. Così al terzo giorno di vessazioni, minacce, richieste di denaro, la signora si è fatta forza ed ha denunciato alla Polizia di Stato il figlio.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium