/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 19 maggio 2020, 10:44

Prorogata fino al 24 maggio “Photo Action per Torino”, l'iniziativa benefica di Harari e Ranzani

Per il Fondo Straordinario Covid-19 di UGI Onlus e Città della Salute e della Scienza di Torino: in dieci giorni raccolti 40 mila euro, obiettivo raggiungere quota 60 mila

Prorogata fino al 24 maggio “Photo Action per Torino”, l'iniziativa benefica di Harari e Ranzani

In dieci giorni di campagna sono stati raccolti più di 40.000 euro in donazioni per “Photo Action per Torino”, il progetto benefico ideato e coordinato dai fotografi Guido Harari e Paolo Ranzani insieme a Wall Of Sound Gallery, al fine di sostenere il Fondo Straordinario Covid-19 di U.G.I. Onlus e Città della Salute e della Scienza di Torino.

Confortati da questo successo, l’iniziativa viene prorogata fino al 24 maggio, con l’obiettivo di raggiungere 60.000 euro. La somma sarà utilizzata per aiutare le famiglie assistite da U.G.I. Onlus, la cui situazione economica è stata aggravata dall’emergenza sanitaria Covid-19, e a erogare borse di studio per giovani medici impegnati nella unità di crisi Covid-19 della Città della Salute e della Scienza di Torino.

Ad accompagnare la campagna benefica contribuiscono le dirette giornaliere su Facebook e Instagram di “Photo Action per Torino”. E soprattutto la grande diretta non-stop di giovedì 21 maggio dalle ore 18 alle ore 24 su Facebook, alla quale parteciperanno oltre 70 fotografi italiani e internazionali aderenti all’iniziativa. Intervistati da Guido Harari e Paolo Ranzani, gli artisti racconteranno il loro lavoro e le loro esperienze, rifletteranno su come sia cambiata la fotografia nel corso del tempo e offriranno spunti e contributi personali per cercare di interpretare insieme questo mondo colpito dalla drammatica emergenza sanitaria.

«Queste settimane sono state un'esperienza magnifica – raccontano gli ideatori Guido Harari e Paolo Ranzani. Rivedere amici e colleghi, dare voce a giovani autori e parlare di cultura della fotografia, di storie della professione e di bellezza ci ha riempito di gioia. L'interesse generato dalla fotografia come arte capace di stimolare solidarietà ci ha commosso Siamo felici del risultato raggiunto dal progetto. Aver proposto non solo autori consolidati, ma anche giovani talenti, affiancando generi e linguaggi diversi, si è rivelato non solo una scelta vincente, ma anche una valida ipotesi di lavoro per il futuro della fotografia in Italia. A pochi giorni dalla chiusura della raccolta fondi l'obbiettivo è di raggiungere almeno 50.000 euro. Così si potranno fornire aiuti a 50 famiglie in difficoltà. Se riusciremo a superarlo arrivando a 60.000 verranno aggiunte borse di studio per giovani medici impegnati nei reparti Covid-19».

«UGI – commenta Massimo Mondini, tesoriere dell’Associazione – che da 40 anni affianca le famiglie di bambini ed adolescenti affetti da tumore, ha sposato con entusiasmo l’iniziativa di Guido Harari e Paolo Ranzani che le consente, in un momento storico di estrema difficoltà e disagio, di continuare nella sua missione rispondendo con tempestività e adeguate risorse alle molte richieste d’aiuto. Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto a oggi ed abbiamo già iniziato ad erogare i primi urgenti contributi. La nostra riconoscenza e delle “nostre” famiglie e soprattutto dei loro bambini va a tutti i fotografi che con grande generosità e senso civico hanno risposto con entusiasmo all’invito di Guido e Paolo».

All’appello di “Photo Action per Torino” hanno risposto più di 100 fotografi italiani e internazionali che a titolo gratuito hanno messo a disposizione del progetto una loro immagine che viene stampata alla cifra di 100 euro in un’edizione proposta per l’occasione.

Si tratta di immagini classiche e inedite, rese disponibili per la prima volta in una “collezione” esclusiva per “Photo Action per Torino” che include:

- grandi icone del XX° secolo (Marilyn Monroe di Douglas Kirkland, David Bowie di Masayoshi Sukita, Salvador Dalì di Mimmo Dabbrescia, Maria Callas di Gianni Greguoli),

- musica (Bruce Springsteen di Frank Stefanko, Eddie Vedder di Danny Clinch, Patti Smith

e Robert Mapplethorpe di Norman Seeff, John Coltrane di Joe Alper, Ezio Bosso di Roberto Serra, Lucio Battisti di Gered Mankowitz, Mick Jagger di Robert Whitaker, Fabrizio De André di Luca Greguoli, Lou Reed e Laurie Anderson di Guido Harari, Pino Daniele di Cesare Monti, Lucio Dalla di Carlo Massarini, Eddie Vedder dei Pearl Jam di Danny Clinch, Liam Gallagher di Alessio Pizzicannella),

- spettacolo (Federico Fellini di Franco Bellomo, Massimo Troisi e Pino Daniele di Luciano Viti, Robert De Niro di Adolfo Franzò, Johnny Depp di Maurizio Galimberti, Vittorio Gassman di Claudio Porcarelli, Tilda Swinton di Fabio Lovino, Hanna Schygulla di Fulvia Farassino, Luca Zingaretti di Marina Alessi, il teatro di Lelli e Masotti),

- cultura (Eduardo De Filippo e Carmelo Bene di Angelo Turetta, Mario Rigoni Stern di Bruno Murialdo, Irvine Welsh di Alessandro Albert),

- reportage e travel (Uliano Lucas, Paola Agosti, Francesco Radino, Franco Pagetti, Eric Meola, Cristina Arrigoni, Franco Carlisi, Paolo Verzone, Renzo Chiesa, Roger Corona, Enzo Obiso, Anna Rosati, Vittore Buzzi, Matteo Fantolini, Marco Turatti, Annalisa Vandelli, Valentina Tamborra, architettura industriale di Gabriele Basilico, vita rurale di Mario Giacomelli, tradizioni religiose di Mario LaPorta, il circo di Mauro Raffini, il subcomandante Marcos di Maki Galimberti),

- moda (immagini di famose campagne internazionali e ricerche personali di Art Kane, Franco Turcati, Toni Thorimbert, Paolo Ranzani),

- arte (Lello Esposito di Riccardo Piccirillo)

- ricerca (nudi d’autore di Franco Fontana, Settimio Benedusi e Gabriele Rigon, scomposizioni fotografiche di Joe Oppedisano, reinvenzioni di celebri opere d’arte di Mauro Balletti, meditazioni visive di Simone Bramante, Oberto Gili, Piero Gemelli, Carlo Orsi, Maurizio Beucci, Maria Vittoria Backhaus, Sophie-Anne Herin, Bart Herreman, Peter Andrewartha, Efrem Raimondi, Laila Pozzo, Ottavio Maledusi).

Un’opportunità unica per acquisire opere di grandi autori italiani e internazionali ad un prezzo speciale per sostenere insieme un progetto a scopo benefico.

IN QUALE MODO SI PUÒ DARE UN AIUTO?

Accedendo al sito www.photoactionpertorinorino.org fino al 24 maggio 2020 si potrà consultare l’archivio delle immagini e scegliere una o più stampe fine art donando 100 Euro ciascuna (più 10 Euro per spese di spedizione).

Le stampe saranno realizzate in formato 21x29cm (A4) su Epson Premium Luster Photo Paper da Wall Of Sound Gallery. Saranno in edizione aperta con timbro a secco, certificate con un’apposita etichetta sul retro della stampa ma non firmate né numerate. L’intero ricavato della raccolta fondi “Photo Action per Torino” verrà devoluto a U.G.I. Onlus per il Fondo Straordinario Covid-19.

IL FONDO STRAORDINARIO COVID-19

Il Fondo Straordinario Covid-19 è destinato a sostenere le famiglie assistite da U.G.I. Onlus la cui situazione economica sia stata aggravata dall’emergenza sanitaria Covid-19 e ad erogare borse di studio per giovani medici impegnati nella unità di crisi Covid-19 della Città della Salute e della Scienza di Torino.

Il Fondo, che ha una natura straordinaria, erogherà contributi una tantum a famiglie selezionate dal Comitato Assistenza di U.G.I. Onlus su proposta della Assistente Sociale che opera all’interno della Città della Salute con particolare attenzione al reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Infantile Regina Margherita, diretto dalla professoressa Franca Fagioli. Quest’ultima segnalerà eventuali emergenze nell’ambito del team medico a cui destinare una borsa di studio.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium