/ Cronaca
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Cronaca | 05 giugno 2020, 11:37

Carabinieri di Torino, nell'ultimo anno oltre 2.000 arresti e quasi 15.000 denunce a piede libero

Stamattina la cerimonia alla Caserma "Bergia" per il 206° annuale della fondazione dell’Arma

Carabinieri di Torino, nell'ultimo anno oltre 2.000 arresti e quasi 15.000 denunce a piede libero

L’Arma dei Carabinieri oggi celebra il 206° Annuale di Fondazione con una cerimonia all’insegna della sobrietà, della concretezza e della memoria del passato, per attingere ancora una volta allo straordinario valore dei Carabinieri di ieri, che hanno indicato a quelli in servizio oggi la via del servizio e dell’onore.

Le misure adottate dal Governo per il contenimento della pandemia non consentono di vivere l’emozione della tradizionale cerimonia, ma non per questo i Carabinieri non potranno festeggiare con la stessa intensità questa data tanto significativa.

Questa mattina presso la Caserma “Bergia”, storica sede del Comando Legione Carabinieri del Piemonte e della Valle d’Aosta, il Prefetto di Torino, Dott. Claudio Palomba, e il Comandante della Legione, Generale di Brigata Aldo Iacobelli, hanno commemorato l’Annuale di Fondazione deponendo una corona d’alloro al monumento ai caduti all’interno dell’edificio di Piazza Carlina.

Al termine della cerimonia sono stati premiati i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino per aver catturato in America Latina due pericolosi latitanti di ‘ndrangheta e sequestrato ingenti somme di denaro, armi e droga. Un encomio solenne è stato consegnato al Capitano Danilo D’Angelo, Comandante della Compagnia di Aosta, per aver soccorso un uomo che si era dato fuoco dopo essersi cosparso di liquido infiammabile, riuscendo a contenere le fiamme e a evitare ben più gravi conseguenze. E’ stato infine assegnato al Luogotenente Carica Speciale Salvatore Fucarino, Comandante della Stazione di Rivoli, il premio del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri per essersi distinto nell’espletamento dell’attività istituzionale.

L’impegno degli uomini dell’Arma al servizio delle comunità loro affidate in questi ultimi mesi è stato, più di prima, incessante: sulle strade per i necessari controlli degli spostamenti, negli ospedali per scortare il personale impegnato nei tamponi domiciliari, nel trasporto di  bombole d’ossigeno per chi ne aveva bisogno, nel consegnare le pensioni agli anziani che non potevano recarsi presso gli uffici postali e nel portare a domicilio tablet ai ragazzi meno fortunati per permettere loro di studiare.

In un’atmosfera di forzata solitudine, i Carabinieri hanno intercettato anche le drammatiche condizioni di quotidianità delle famiglie che già versavano in situazioni di difficoltà. Per questo motivo, memori di chi ci ha insegnato a credere che la nostra vita, la società che c’è intorno, il futuro possono cambiare a partire dalla nostra volontà, dalla nostra capacità di superare il fossato, dal nostro saper condividere i momenti di difficoltà degli altri, con la generosità di alcune importanti aziende e la conoscenza che le Tenenze e le Stazioni dell’Arma – presenti capillarmente sul territorio – hanno di coloro che sono in stato di bisogno, è stato possibile fornire un concreto aiuto alle persone più bisognose.

È stato bello vedere come l’iniziale sorpresa della visita dei Carabinieri nelle abitazioni si sia trasformato in rassicurazione e commozione nel momento in cui è stato svelato il motivo e ricevuto il dono.

Anche in questa occasione lo spirito di corpo è divenuto concreto operare con spirito solidale. Quello stesso spirito solidale che ha reso Benemerita l’Arma. E Benemeriti sono i suoi appartenenti, quegli uomini e quelle donne che hanno la loro cifra nell’umanità del tratto, nelle capacità di ascolto, nel rispetto di tutti, nella correttezza e nella compostezza dei comportamenti e delle parole, nella coesione. Una cifra che poggia su quei valori senza tempo che l’Arma ha cominciato a coltivare nel meraviglioso territorio piemontese e nella caserma di Piazza Carlina, dove affondano le proprie radici, nel lontano 13 luglio 1814.

Di seguito le principali operazioni di servizio condotte dai Carabinieri del Comando Provinciale di Torino nel corso dell’ultimo anno, caratterizzato da oltre 2.000 arresti e quasi 15.000 denunce a piede libero:

8 luglio 2019: in Brasile, in cooperazione con la polizia federale brasiliana, catturati due pericolosi latitanti (Assisi Nicola e Patrick, padre e figlio).

17 luglio 2019, in Torino, arrestate 8 nomadi, ritenuti responsabili di rapina aggravata e continuata e danneggiamento in danno di un magazzino di abbigliamento gestito da cinesi.

1 agosto 2019: in Torino, arrestate 8 persone per associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, con il sequestro di oltre 110 gr. di cocaina e 4.000 euro in contanti.

9 settembre 2019, in Torino, arrestate 14 persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con il sequestro oltre 6 kg (tra cocaina, marijuana e hashish).

12 settembre 2019, in Torino, arrestate 19 persone per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, con il sequestro di 1,5 kg di cocaina, 25 kg di hashish ed 1 kg di marjuana.

9 ottobre 2019: in Torino e provincia, arrestate 11 persone per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione, ricettazione, detenzione e porto illegale di armi  e strumenti atti ad offendere, recuperando altresì oltre mezzo kg di oro rubato.

9 ottobre 2019, in Torino, arrestate 13 persone  per traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti in concorso, con il sequestro di oltre 350 grammi di sostanze.

5 novembre 2019: in tutto il territorio nazionale, arrestate 65 persone appartenenti o contigui alle locali di ‘ndrangheta di Volpiano e San Giusto Canavese (TO). Sequestrati 72,5 kg. di hashish, 4 kg. di marijuana e 5 kg. di cocaina, nonché beni mobili e immobili.

11 novembre 2019, in Torino e provincia, arrestate 12 persone per associazione per delinquere finalizzata a ricettazione, riciclaggio, nonché furto in concorso di rame e pannelli fotovoltaici.

20 novembre 2019: in Torino, Cuneo, Bergamo e Siena, arrestate 10 stranieri per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e della permanenza illegale sul territorio nazionale di cittadini provenienti dal Pakistan, India e Bangladesh.

21 novembre 2019, in Torino, arrestate 9 persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti all’interno del principale parco cittadino, il Valentino, sequestrando oltre 3,5 kg circa tra hashish, marijuana, cocaina e crack.12 dicembre 2019, in Torino e provincia, arrestate 3 persone e denunciate altre 11 per furto aggravato, ricettazione, detenzione abusiva di arma da sparo, recuperando autoveicoli rubati, parti di ricambio, sostanza stupefacente di vario tipo, armi e munizioni.

20 gennaio 2020, in Torino e provincia, arrestate 5 persone per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di incendio ricettazione, contraffazione di targhe e furti in abitazione/autovetture, recuperando vetture, armi e munizioni rubate (in un’occasione avevano anche incendiato un furgone della Polizia Penitenziaria).

3 marzo 2020: in Torino e territorio nazionale, arrestate 14 persone per traffico internazionale di sostanze stupefacenti e sfruttamento della prostituzione sequestrando, nel corso delle indagini, oltre 4 tonnellate e mezzo di marijuana; 35,8 kg di cocaina; 62 kg di hashish e 4lt. di olio di hashish.

9 marzo 2020: in Torino e Bardonecchia, sequestrati beni mobili e immobili per un valore di oltre 500.000 euro riconducibili ad un appartenente alla locale di ‘ndrangheta di San Mauro Torinese.

4 maggio 2020: in provincia di Caserta, arrestate due persone ritenute responsabili di una serie di furti ai danni di sale slot, nonché di abitazioni, perpetrati tra le Province di Torino e Verona.

7 maggio 2020, in provincia di Torino, arrestate 8 persone per associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio, nonché estorsione, sequestrando gr. 50 di cocaina e oltre 20mila euro in contanti.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium