/ Eventi

Eventi | 02 luglio 2020, 16:57

Bardonecchia, il Palazzo delle Feste riapre con un tributo a Faber

Sabato 11 luglio “Fabrizio de André remember 2.0 – lo show”

Bardonecchia, il Palazzo delle Feste riapre con un tributo a Faber

 

Sabato 11 luglio, alle ore 21.00 al Palazzo delle Feste di piazza Valle Stretta, dopo questo lungo periodo di forzato, quanto necessario, isolamento sociale che, al fine contenere la diffusione del Coronavirus/COVID 19, ha costretto, tra l’altro, alla cancellazione del ricco e variegato calendario di eventi culturali ed artistici programmati nei passati mesi nella Conca, riprende il via la stagione estiva culturale teatrale.

In cartellone nella sala Giolitti il concerto/tributo “Fabrizio De Andrè Remember 2.0 - Lo show”, spettacolo ad ingresso libero che, in ottemperanza alla vigenti norme volte a contenere la diffusione del virus, è, purtroppo, riservato a cento spettatori che si prenoteranno entro le ore 13.00 di sabato 11 luglio 2020 all'Ufficio del Turismo di Bardonecchia, piazza Alcide De Gasperi 1/a.

Il concerto riprende il progetto “Fabrizio De André Remember”, elaborato nel 2013 dal regista Francesco Procacci, scomparso prematuramente, ma la cui memoria ha ispirato il direttore artistico Marco Raiteri, che, con grande impegno, ha saputo riunire, in un clima di gioiosa condivisione, vecchi amici e nuove leve, per celebrare insieme l’amore per la musica, e, in particolare, per la canzone autoriale di Fabrizio De André. Non si tratta solo di un concerto, ma di una fusione di melodia, poesia, canzone, recitazione e installazioni video-fotografiche in un tripudio di colori, suoni e arte, per ricordare un grande artista, sempre vivo e attuale anche per i più giovani.

L’impegno per il sociale costituisce il filone conduttore dello show, anche per il grande lavoro della direzione artistica, affidata a Marco Raiteri, Avvocato, Mediatore civile, Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana” e giovane artista torinese, che veste “i panni” di Fabrizio De André, alla chitarra e voce solista, senza mai mettere in secondo piano il messaggio etico del cantautore.

L’organico comprende numerosi strumenti, voci e professionalità, per ricreare le atmosfere dei concerti live del cantautore genovese: chitarra principale/voce solista; chitarra di spalla/seconda voce/armonica a bocca; voci recitanti; pianoforte/tastiere; violini; clarinetto/oboe; basso elettrico; percussioni/batteria; installazioni video-fotografiche; consulenza poetica e letteraria; film-maker/media manager; sound engineer.

 

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium