/ Cronaca

Cronaca | 08 luglio 2020, 14:23

Covid, nel 2020 +7% di morti nelle Rsa torinesi: effettuati 14.800 tamponi

Schellino:"E' emerso la fragilità della medicina territoriale, la necessità di avere un sistema più forte"

Covid, nel 2020 +7% di morti nelle Rsa torinesi: effettuati 14.800 tamponi

Il Covid e i problemi nelle Rsa “hanno fatto emergere la fragilità della medicina territoriale, la necessità di avere un sistema più forte”. A dirlo è l’assessore ai Servizi Sociali Sonia Schellino, che questa mattina è intervenuta nel consiglio comunale aperto su quanto accaduto nelle Residenze Socio Assistenziali del territorio, convocato su richiesta della consigliera del Pd Maria Grazia Grippo.

Le parole della vicesindaco riassumono quanto denunciato dai sindacati, personale sanitario ed associazioni di categoria intervenuti durante la seduta, che hanno evidenziato anche come sia necessario puntare maggiormente sulla domiciliarità degli anziani, supportando le famiglie per la cura presso l’abitazione.

Ed il quadro risulta abbastanza drammatico, come emerso dalle parole della dottoressa Giuseppina Dassio dell’Asl Città di Torino. “Il Coronavirus – ha detto – ha avuto un impatto sulle Rsa torinesi: secondo i dati dell'Unità di Crisi nelle strutture c’è stato un aumento del 7% dei morti, passati dal 13% al 20% di decessi. Tra ospiti e personale sono stati eseguiti 14.800 tamponi da marzo a oggi”.

Per la consigliera Pd Maria Grazia Grippo, "quello delle Rsa è stato il capitolo più doloroso nella recente storia della pandemia e ha messo in evidenza troppi nervi ancora scoperti del nostro sistema socio sanitario quando è chiamato alla cura e tutela delle persone più fragili”.

Il virus “ha messo a nudo le fragilità degli anziani e della rete assistenziale a loro rivolta. Ora c'è bisogno di imparare dagli errori. Ed è un errore politico che la Giunta regionale non abbia raccolto l'invito a partecipare" ha concluso l’esponente dem.

I consiglieri di minoranza Aldo Curatella, Federica Scanderebech e Raffaele Petrarulo hanno invitato Pd e M5S a sottoscrivere la mozione da loro depositata per “l’istituzione di una commissione di indagine sulle Rsa, per dare più ampio spazio al tema e riuscire ad avere i dati e documenti in possesso della città”. “Sono i circa 900 tutelati dichiarati a febbraio dal Comune tra anziani disabili e adulti in difficoltà, molti dei quali ricoverati nelle strutture e molti dei quali deceduti a seguito del Coronavirus. Il Consiglio Comunale ha il diritto e il dovere di affrontare questo tema” hanno concluso.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium