/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 09 luglio 2020, 14:42

Collegno e Rivoli, un biglietto di sola andata per il futuro metropolitano

Il 13 luglio partiranno i lavori del secondo lotto per le due nuove stazioni: Leumann e Cascine Vica

Collegno e Rivoli, un biglietto di sola andata per il futuro metropolitano

Un biglietto di sola andata per il futuro, che porterà la città di Collegno e di Rivoli verso una mobilità ancora più sostenibile grazie alla metropolitana. Dalla zona ovest a Torino centro in soli 20 minuti. È quanto sarà possibile dopo il completamento del secondo lotto del prolungamento della linea 1 nella primavera del 2024. Un collegamento importante di cui sono protagoniste sia Collegno, che con le nuove fermate arriverà a un totale di cinque stazioni sul proprio territorio, ma anche Rivoli.

Un traguardo importante per le due città, che hanno deciso di coinvolgere la popolazione con l'osservatorio della metro, un aggiornamento post Covid-19, per comprendere anche ciò che avverrà sul territorio dopo l'avvio del secondo lotto e l'impatto che i lavori avranno sulle città interessate.

"La rivoluzione della metro ce l'abbiamo sotto gli occhi. Laddove arriva la metro il tessuto commerciale e abitativo cambia. La metro è uno strumento di sviluppo sostenibile, una occasione per fare trasporto veloce e non inquinare - ha dichiarato il sindaco di Collegno Francesco Casciano -. Noi siamo la locomotiva del Piemonte. Siamo partiti per tempo. È il cantiere che si è fermato di meno in questo periodo. Un passaggio importante, perché dobbiamo comprendere che questi disagi sono per approdare in una dimensione di carattere europeo, che noi accompagniamo con scelte precise, come la pista ciclabile sul cavalcavia. Con intelligenza e spirito di adattamento dobbiamo riadattarci a questo periodo di lavori".

Un ulteriore sviluppo per la città di Collegno, ma una novità per Rivoli, pronta a dare il benvenuto alla stazione a Cascine Vica, dove è prevista la realizzazione di parcheggio della capienza di circa 330 posti auto.

"Mi sento particolarmente orgoglioso, perché il 13 luglio partiranno anche a Rivoli i lavori. È stato un percorso travagliato e lungo - ha commentato il sindaco di Rivoli Andrea Tragaioli -. Un momento importantissimo, dobbiamo creare l'opportunità di fare conoscere i territori. Il tema della mobilità sostenibile: questa è una grande opportunità di movimento ed è anche in programmazione uno studio per delle navette. Io ho chiesto espressamente anche di avere studio di fattibilità per far arrivare la metro al centro di Rivoli".

Una opportunità che si accompagna a una promessa già fatta in precedenza dal sindaco Tragaioli: il passaggio del testimone, con il primo cittadino collegnese, nel momento in cui i lavori prenderanno il via sul territorio.

"Questa infrastruttura ha cambiato la vita di tutti, ora bisognerà proseguire, finire la linea 1, e stiamo già lavorando per la linea 2 - ha sostenuto l'assessore di Grugliasco Raffaele Bianco -. Proseguiamo e andiamo avanti".

Un cambiamento, quello della metropolitana, che permetterà di introdurre una mobilità sostenibile sempre maggiore, ma che si accompagnerà, inevitabilmente, alla chiusura di alcune vie e percorsi alternativi per consentire la realizzazione delle nuove stazioni, come l'attuale chiusura, per circa 9 mesi, di via Torino, nel tratto compreso tra via Martiri XXX Aprile e corso Pastrengo.

"Ci saranno inevitabilmente dei disagi. Abbiamo fatto riflessioni, fatto studi, attraverso una continua collaborazione. È una fase delicata, continueremo ad adottare misure come nuove rotatorie e semafori intelligenti. Continueremo verso questa direzione", ha promesso l'assessore Gianluca Treccarichi.

Diana Tassone

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium