/ Cronaca

Cronaca | 25 luglio 2020, 13:31

Denunciato per ricettazione, si scopre poi che il ladro era il fratello minorenne

Un ventenne era stato sorpreso in via Cecchi con due biciclette di grande valore di cui non aveva saputo spiegare il possesso

Denunciato per ricettazione, si scopre poi che il ladro era il fratello minorenne

Stava girando per le strade vicino a via Cecchi con due biciclette nuove e di notevole valore. Un comportamento troppo curioso per non insospettire gli agenti del Commissariato Dora Vanchiglia che hanno fermato e controllato un ventenne, di nazionalità marocchina, che non è stato in grado di giustificare il possesso dei due mezzi. Ha detto però ai poliziotti che erano state rubate giorni prima da ragazzini che frequentano i giardini Alimonda.

Il furto, a detta del ragazzo, era avvenuto in un imprecisato cortile e suo compito era quello di recuperarle e portarle a casa come indicatogli da un non meglio precisato conoscente. Per questa ragione, il giovane è stato denunciato per ricettazione. Ma le indagini non si sono fermate a lui: cercando di ricostruire la dinamica dei fatti, si è scoperto che le bici erano state rubate dall’androne di un palazzo della zona. I responsabili sono due minorenni, uno dei quali fratello proprio del ventenne. Un residente dello stabile, grazie ai fotogrammi delle telecamere e al passaparola era riuscito a risalire all’autore del furto e al fratello ventenne.

Individuati poi i proprietari delle biciclette, questi ultimi hanno successivamente sporto denuncia in attesa della restituzione dei mezzi.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium