/ Politica

Politica | 30 luglio 2020, 16:38

Minacce con coltello alla stazione, Lega Salvini Premier: "Immigrazione incontrollata, chiediamo misure di sicurezza per i viaggiatori"

Una nota dei senatori piemontesi Giorgio Maria Bergesio, Marzia Casolati, Roberta Ferrero Enrico Montani e Cesare Pianasso

Minacce con coltello alla stazione, Lega Salvini Premier: "Immigrazione incontrollata, chiediamo misure di sicurezza per i viaggiatori"

"Questa mattina un'immigrata africana senza fissa dimora per poco non ha provocato una strage a Torino, in un luogo affollato come la stazione. I campioni del buonismo inclusivo chiudono gli occhi di fronte ai pericoli cagionati da un'immigrazione incontrollata, che porta nelle città d'Italia vere e proprie bombe sociali in grado di esplodere da un momento all'altro. Quelli come Matteo Salvini, che hanno provato ad arginare quest'invasione, difendendo i confini e rispettando il dettame costituzionale secondo cui al cittadino compete la difesa della patria, viene mandato sotto processo con la pavida complicità di chi era al governo con lui. La Lega, per nulla intimidita da processi mediatici, continuerà a vigilare sulla sicurezza dei nostri cittadini, convinta come mai che la strada tracciata dal nostro leader debba continuare ad essere la nostra stella polare, chiediamo altresì alla sindaca Appendino che predisponga adeguate misure di sicurezza per i viaggiatori, una stazione spesso è il primo biglietto da visita di un comune e non è possibile essere accolti da una potenziale omicida".

Lo dichiarano in una nota Giorgio Maria Bergesio, Marzia Casolati, Roberta Ferrero Enrico Montani e Cesare Pianasso, senatori piemontesi Lega Salvini Premier.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium