/ Politica

Politica | 20 settembre 2020, 06:30

Oggi e domani si vota per il referendum: a Venaria, Moncalieri e Alpignano si elegge il sindaco

Seggi aperti oggi dalle 7 alle 23 e domani dalle 7 alle 15. Dopo la chiusura delle urne spoglio del referendum, martedì quello delle comunali

Oggi e domani si vota per il referendum: a Venaria, Moncalieri e Alpignano si elegge il sindaco

Oggi e domani riaprono i seggi. In tutta Italia si vota per il referendum costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari, in alcuni Comuni si vota anche per eleggere il sindaco e i consiglieri comunali.

In Piemonte, le amministrative saranno in 74 Comuni su un totale di 1.181 (c'era anche Caravino, nel Torinese, ma le elezioni sono state cancellate per la mancata presentazione di liste di candidati). Di questi, solo quattro sono Comuni con una popolazione sopra i 15mila abitanti: oltre a Valenza, nell'Alessandrino, ci sono i "torinesi" Moncalieri, Venaria e Alpignano.

Le urne saranno aperte oggi dalle 7 alle 23 e domani dalle 7 alle 15. Lo spoglio dei voti del referendum sarà fatto subito dopo la chiusura dei seggi, quello per le amministrative martedì. Eventuali ballottaggi si svolgeranno il 4 e 5 ottobre.

A Moncalieri la sfida è tra il sindaco uscente Paolo Montagna (centrosinistra), Pier Bellagamba del Centrodestra, Abelio Viscomi dei Moderati, Barbara Fassone (M5S) e Giancarlo Chiapello (Popolari). A Venaria, dopo le dimissioni di Roberto Falcone (M5S) e il commissariamento, Fabio Giulivi, candidato del centrodestra, se la vedrà con Rossana Schillaci del centrosinistra. In corsa anche Gioacchino Barcellona del Movimento 5 Stelle e Alessandro Brescia con Progetto Civico. Ad Alpignano i candidati sono Andrea Oliva (Obiettivo Alpignano), Davide Martino (Martino Sindaco, Centro Indipendente Insieme per ripartire), Linda Genre (Alpignamo, Cittadini Alpignano), Renato Mazza (Articolo Uno Alpignano) e Steven Palmieri (Alpignano Ecologica, Alpignano Futura e Alpignano Solidale).

Chi può votare

Hanno la facoltà di votare tutti i cittadini italiani che compiono il 18esimo anno di età entro il 20 settembre 2020. Possono votare al di fuori del Comune di iscrizione elettorale (esclusivamente se in possesso della propria tessera elettorale): i militari e categorie assimilate, i ricoverati in ospedali o in case di cura, i detenuti ancora in possesso del diritto di voto e i naviganti. I votanti devono esibire un documento di identità e la tessera elettorale.

Norme anti-Covid

Vista l'eccezionalità di questa tornata elettorale, che si svolge nel pieno dell'emergenza Coronavirus, gli elettori sono invitati a seguire scrupolosamente me norme di sicurezza anti-contagio. Dovranno cioè recarsi al seggio con la mascherina o altro dispositivo di protezione, dovranno mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro dagli altri elettori in coda (se non conviventi) e dai componenti del seggio. Dovranno poi seguire le disposizioni del presidente di seggio e farsi riconoscere, abbassando la mascherina per pochi secondi, mantenendo in quel frangente la distanza di almeno due metri dagli altri presenti.

I seggi saranno più ampi del solito e verranno areati. Gli elettori dovranno igienizzarsi le mani sia prima del controllo documenti sia prima di ritirare la scheda e la matita. Per la prima volta sarà compito dell'elettore, e non del presidente, inserire le schede votate nell'urna.

Daniele Angi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium