/ Cronaca

Cronaca | 01 ottobre 2020, 11:50

Cirio come Aldo Moro, Askatasuna prende le distanze: "Una messinscena palese"

La nota del centro sociale: "Abbiamo sempre firmato i nostri volantini"

Cirio come Aldo Moro, Askatasuna prende le distanze: "Una messinscena palese"

"Abbiamo sempre firmato i nostri volantini, abbiamo sempre messo la faccia in prima persona in ogni iniziativa a cui abbiamo partecipato o che abbiamo organizzato. Non ci siamo mai nascosti, nel bene e nel male". Cosí in una nota il centro sociale Askatasuna di Torino, che di fatto prende la distanze dai volantini rinvenuti in zona Vanchiglia che ritraggono Alberto Cirio nelle vesti di Aldo Moro, in una foto diffusa dalle Brigate Rosse dopo il sequestro del leader Dc.

"Una messinscena così palese non meriterebbe neanche un commento, ma lasciateci dire una cosa - spiegano da Askatasuna - é stato osceno vedere ieri il susseguirsi di comunicati stampa dei pezzi grossi di Pd, Lega, Forza Italia e Fdi sulle terribili intimidazioni al povero Cirio mentre c’è una nostra compagna, Dana, che si trova proprio in questo momento tra le mura del carcere per avere tenuto il megafono durante una protesta notav. Questi grotteschi paladini delle libertà politiche non si vergognano neanche di denunciare la “violenza” di un collage mentre una ragazza viene stritolata dai meccanismi repressivi di uno stato deciso a soffocare ogni opposizione che esca dal teatrino che questi signori chiamano politica".

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium