/ Politica

Politica | 14 ottobre 2020, 07:21

Appendino non si ricandida, Versaci rievoca il 'vaffa': "Lo dedico ai nostri detrattori"

Post inequivocabile su Facebook da parte dell'ex presidente del Consiglio comunale: bufera sui social, Forza Italia attacca

Appendino non si ricandida, Versaci rievoca il 'vaffa': "Lo dedico ai nostri detrattori"

Che la volontà di Chiara Appendino a non ricandidarsi come sindaca di Torino suscitasse reazioni era piuttosto prevedibile. Che tra i commenti di consiglieri, assessori e avversari politici vi fosse spazio per gli insulti, forse no.

Eppure è quanto accaduto sul profilo di Fabio Versaci, ex presidente del Consiglio comunale che da diversi mesi ha annunciato di non volersi ricandidare. Il consigliere pentastellato, dopo aver commentato la scelta di Appendino di non candidarsi per un secondo mandato, ha concluso con una frase inequivocabile: "Ai nostri detrattori vorrei dire una cosa: andate a fare in c---o".

Inevitabilmente il post, che ha comunque ricevuto un endorsement di diversi colleghi grillini, ha suscitato diverse reazioni contrastanti. Oltre a 200 commenti di cittadini allibiti per i toni sopra le righe, anche Forza Italia ha voluto rispondere a Versaci: "Prima invocano la Commissione Segre in salsa nostrana e varavano il manifesto della comunicazione 'non ostile', poi oggi un autorevole esponente del M5s come Fabio Versaci, presidente della Commissione welfare e già presidente del Consiglio Comunale di Torino, dal suo profilo FB fa sapere a chi critica la scelta di Appendino di non ricandidarsi che può 'andare a fare in c---o".

"Spiace vedere come le regole del politically correct siano utilizzate come clava solo contro gli avversari da M5s e PD, nuova e vecchia sinistra. Mi auguro che la Commissione Comunale per il contrasto ai fenomeni di intolleranza esamini al più presto il caso Versaci. Peraltro numerosi cittadini si sono sentiti offesi, basta leggere i commenti sul profilo dell'autore di questa frase indegna" attacca Coordinamento di Forza Italia a Torino, il commissario cittadino Marco Fontana, il deputato torinese Roberto Rosso e i consiglieri di Circoscrizione Davide Balena, Giuseppe Battaglia, Licia Bello, Domenico Garcea e Alessandro Iocola.

Per Versaci, che a giugno concluderà la sua esperienza politica al servizio del Comune di Torino, un ritorno al passato. A quel "vaffa" che aveva animato il primo Movimento 5 Stelle, agli albori della sua ascesa.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium