/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 16 novembre 2020, 17:18

Tundo, un caso di Covid nell’azienda che si occupa del trasporto disabili: polemiche in Sala Rossa

I consiglieri comunali Francesco Tresso, Chiara Foglietta e Silvio Magliano chiedono comunicazioni in aula: respinta la loro richiesta

Tundo, un caso di Covid nell’azienda che si occupa del trasporto disabili: polemiche in Sala Rossa

E’ bastato un presunto caso di positività al Covid-19 di un dipendente Tundo per far tornare d’attualità in Sala Rossa la questione dell’azienda che si occupa del trasporto dei disabili per conto del Comune di Torino.

Sono infatti state rifiutate le comunicazioni in aula richieste dai consiglieri Francesco Tresso (Lista Civica per Torino), Chiara Foglietta (Pd) e Silvio Magliano (Moderati). A segnalare la positività del dipendente, un autista, il Coordinamento Interassociativo Disabili Torino e il Disabilty Manager. L’emergenza, come scritto nella richiesta di comunicazioni, riguarderebbe anche un meccanico.

“Siamo rammaricati che la Giunta non abbia voluto fornire comunicazioni circa un tema che desta grande preoccupazione” attacca Tresso. “Si prefigura la possibilità di un possibile focolaio e questo mette in grande preoccupazione tutta una categoria, che è già stata fortemente penalizzata dal servizio, oltre a una serie di persone e famiglie che già partono con situazione di disagio”.

“E’ l’ennesima dimostrazione della fatica che l’amministrazione fa nel gestire il apporto con questa azienda” spiega Magliano. “Mi auguro che si trovino subito le risposte e si capisca subito se vi è o meno un focolaio. Le famiglie sono già preoccupate” conclude il capogruppo dei Moderati. La consigliera Foglietta, invece, lamenta la “non risposta alle comunicazioni”.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium