/ Attualità

Attualità | 17 novembre 2020, 17:22

Torino, a breve in funzione le videocamere contro l'abbandono dei rifiuti

Terminata la fase di sperimentazione, i dispositivi attivi saranno tre e serviranno ad individuare ed eventualmente sanzionare, attraverso personale dedicato, l'errato conferimento e l'abbandono

Torino, a breve in funzione le videocamere contro l'abbandono dei rifiuti

Stanno per entrare in funzione le videocamere che serviranno ad individuare ed eventualmente sanzionare l'errato conferimento e l'abbandono dei rifiuti sul territorio della città di Torino. I dispositivi attivi, per il momento, saranno tre e verranno utilizzati per monitorare la situazione anche in prossimità delle isole ecologiche: “Abbiamo riscontrato - sottolinea l'assessore all'ambiente Alberto Unia – diverse situazioni di degrado, anche grazie alle segnalazioni di gruppi di cittadini che presidiano il territorio. Proprio per questo, insieme alla polizia municipale, abbiamo pensato di mettere in piedi questo sistema di videosorveglianza che ci permetterà non solo di sanzionare ma anche di sensibilizzare e alzare il livello di attenzione”.

Il monitoraggio verrà effettuato da personale appositamente dedicato e formato: “Abbiamo richiesto - spiega il comandante della polizia municipale Emiliano Bezzon – al garante della privacy l'autorizzazione all'attivazione delle telecamere. A breve abiliteremo all'utilizzo dei dispositivi, formandoli secondo un modello concordato con la Divisione Ambiente del Comune, una dozzina di operatori per il ruolo di accertatori ambientali. Il loro compito sarà quello di verificare e verbalizzare le violazioni amministrative; come polizia municipale, invece, investigheremo gli episodi di rilevanza penale”.

L'attività si svolgerà in sinergia con Amiat: “Gli addetti al monitoraggio delle telecamere - dichiara l'amministratore delegato Gianluca Riu – si aggiungeranno ai nostri 15 accertatori, ai 7 controllori ambientali con funzione di segnalazione dei comportamenti sanzionabili e ad altri 45 dipendenti con motocarro attivi nel presidio del territorio”.

Positiva, infine, la valutazione da parte di alcune organizzazioni cittadine: “La presenza sul territorio - commenta Renato Bauducco di Pro Natura – è importante ed efficace. La videosorveglianza potrebbe dare dei frutti ma sarebbe utile fare anche una campagna di sensibilizzazione”. “Siamo soddisfatti – aggiunge il segretario del comitato C4 Lorenzo Ciravegna - del nuovo sistema di raccolta a eco-isole: auspichiamo, a proposito, un impegno sanzionatorio che contrasti gli abbandoni che continuano a verificarsi a discapito di coloro che eseguono una minuziosa raccolta differenziata”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium