/ Attualità

Attualità | 09 dicembre 2020, 06:00

Oggi sciopero nazionale del pubblico impiego: garantite solo le urgenze sanitarie

A Torino presidi sotto prefettura e all'ingresso delle Molinette

Oggi sciopero nazionale del pubblico impiego: garantite solo le urgenze sanitarie

Anche a Torino sarà in sciopero per 24 ore l'intero comparto del pubblico impiego. Le sigle Cgil, Cisl e Uil hanno indetto, nella giornata di oggi, alcuni presidi con le categorie interessate, rivendicando assunzioni nei servizi pubblici, per compensare i 500.000 che usciranno nei prossimi due anni dall'amministrazione pubblica; maggiore sicurezza per chi eroga i servizi e chi ne usufruisce; lotta al precariato e rinnovi contrattuali dopo vent'anni di stallo.

Dalle 10 alle 12, nel capoluogo sono in programma un presidio sotto la prefettura, in piazza Castello, e un volantinaggio all'ingresso delle Molinette

Così, in una nota, i sindacati Fsi-Usae.

"Siamo consapevoli del delicato momento che sta attraversando il nostro paese, colpito da una gravissima pandemia, ma è altrettanto vero che non possiamo più subire. Vogliamo contestare la Legge di Bilancio che il Governo sta proponendo, dimenticando completamente che noi operatori del servizio sanitario, in questo periodo abbiamo dato e continuiamo a dare l’anima per combattere questo nemico invisibile".

Il segretario regionale Fsi-Usae Salvatore Orifici chiede "che si preveda un piano di immediata assunzione di personale a tempo indeterminato, in deroga ad ogni blocco e il riconoscimento dell’indennità specifica per tutte le professioni sanitarie. Chiediamo inoltre il finanziamento della revisione del sistema di classificazione del personale dei ruoli sanitario, socio sanitario, tecnico ed amministrativo, e che venga previsto l’accesso alla dirigenza, come naturale evoluzione della carriera dei professionisti sanitari".

"Probabilmente - conclude - le risorse non ci sono. Ma, dopo oltre dieci anni di blocco dei contratti e un miserabile aumento a regime, con l’ultimo contratto nazionale del 2015-2018, direi che mai per il comparto sanità le risorse si troveranno".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium