/ Attualità

Attualità | 21 gennaio 2021, 17:35

Bardonecchia ha aderito al programma ministeriale "Smarter Italy - Borghi del futuro"

Il sindaco Avato: "Siamo soddisfatti e orgogliosi di essere il più piccolo, l’unico comune piemontese e di montagna, tra quelli inseriti nel progetto ministeriale"

Bardonecchia

Foto Gian Spagnolo

L’adesione di Bardonecchia a 'Smarter Italy', ricercata ed ottenuta dall’Amministrazione Comunale, è stata accolta positivamente da tutti coloro che puntano a migliorare la vita delle comunità e dei cittadini attraverso la sperimentazione nei territori di soluzioni  tecnologiche emergenti in diversi ambiti: mobilità, ambiente, benessere della persona e beni culturali. 

Il programma è partito con l’adesione di 23 Comuni selezionati di cui 11 città definite ‘Smart Cities’ e 12 piccoli centri con meno di 60.000 residenti definiti “Borghi del futuro’: Alghero, Bardonecchia, Campobasso, Carbonia, Cetraro, Concorezzo, Ginosa, Grottammare, Otranto, Pantelleria, Pietrelcina e Sestri Levante.

Il programma si basa sullo strumento degli ‘appalti innovativi’ con i quali,  a differenza degli appalti tradizionali, lo Stato non acquista prodotti o servizi standardizzati già disponibili sul mercato, ma stimola operatori e imprese a creare soluzioni basate su tecnologie emergenti per rispondere concretamente ai fabbisogni di servizi espressi dalle realtà territoriali.  Una sfida complessa che porterà benefici ai cittadini, spingerà il contesto imprenditoriale ad innovarsi e genererà un impatto rilevante sull’efficienza della Pubblica amministrazione. La dotazione finanziaria per la realizzazione di Smarter Italy è di oltre 90 milioni di euro, che comprende la quota iniziale di 50 milioni di euro messa a disposizione dal Ministero dello Sviluppo economico e le ulteriori risorse provenienti dal Ministero dell’Università e della Ricerca, e dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione. I Comuni selezionati per la partecipazione al programma, che esprimeranno fabbisogni da soddisfare attraverso servizi innovativi, diventeranno laboratori di sperimentazione di tecnologie emergenti. Alle gare appaltate da AgID potranno partecipare imprese, start-up, università, centri di ricerca, enti del terzo settore e liberi professionisti che proporranno progetti innovatori  elaborati per rispondere alle esigenze indicate dei Comuni partecipanti al programma.

“Come amministratori ci siamo impegnati molto - dice Francesco Avato, il sindaco di Bardonecchiaper aderire a questo programma e quindi siamo soddisfatti e orgogliosi di essere il più piccolo, l’unico comune piemontese e di montagna, tra quelli inseriti nel progetto ministeriale. Il programma, dopo una prima fase dedicata all’individuazione dei comuni, si è ora aperto alle istanze progettuali delle aziende territoriali chiamate ad elencare e studiare insieme agli organi ministeriali i fabbisogni e a proporre soluzioni esportabili in futuro ad altre realtà italiane simili. Bardonecchia è pronta a trasformarsi in un laboratorio di ricerca per trovare soluzioni fondamentali per migliorare la qualità della vita di residenti e villeggianti, puntando da subito a trovare delle valide soluzioni alla mobilità elettrica individuale e collettiva, attraverso la maggior diffusione della trazione elettrica e l’armonizzazione della rete di trasporti bus-treno, fondamentale per accedere e vivere al meglio la Conca”.

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium