/ Attualità

Attualità | 17 febbraio 2021, 16:44

L'albero della diversità: così la federazione Malattie Rare Infantili scende in campo per combattere il bullismo

Si tratta un network di bambini, adolescenti, insegnanti, scuole, genitori, associazioni, Istituzioni e professionisti in diverse discipline che sono in rete dal 2010

L'Albero della Diversità

L'Albero della Diversità

La Federazione Malattie Rare Infantili, in collaborazione con il Centro Servizi Didattici della Città Metropolitana di Torino e altre Istituzioni e Associazioni del territorio, presenta L’Albero della diversità, un Network di bambini, adolescenti, insegnanti, scuole, genitori, associazioni, Istituzioni e professionisti in diverse discipline che sono in rete dal 2010.

L’obiettivo è contrastare i fenomeni di discriminazione, odio e violenza contro la diversità in tutte le sue manifestazioni e prevenire il bullismo e il cyber bullismo tra i giovani. Per realizzare questo obiettivo sono in atto diverse attività tra cui “Diverso da Chi? Dialoghi sulla disabilità, l’omofobia e il razzismo”, un maxi progetto che coinvolge 18 Istituti Scolastici, 70 gruppi-classe, circa 1400 studentesse e studenti e 70 insegnanti. Non si tratta di lezioni frontali ma di una formazione innovativa, interattiva e coinvolgente che mette in dialogo diversi saperi e competenze per consentire ai bambini-adolescenti di comprendere la diversità in tutte le sue forme e di mettere in gioco le proprie idee, credenze, pregiudizi e stereotipi, assorbiti inconsapevolmente dalla società.

Grazie al pensiero “critico, creativo e valoriale” e all’ “arte dell’argomentazione” è possibile smascherare le “false credenze” che spesso rappresentano la fonte privilegiata del bullismo. In virtù dell’esperienza formativa con i bambini-adolescenti è stato organizzato il ciclo di incontri “BULLISMOSOFIA. Contrastare abusi e discriminazioni con l’uso del pensiero critico, creativo e valoriale” rivolto a insegnanti e caregiver. L’obiettivo è di trasmettere conoscenze e competenze per la gestione delle “diversità” in ambito scolastico. Il corso ha il riconoscimento della Regione Piemonte e del MIUR. Tutte le attività de L’Albero della diversità sono monitorate da un gruppo di ricerca che analizza il bullismo e il cyberbullismo (in particolare le dimensioni “sessiste” e “abiliste” del fenomeno) anche tramite la somministrazione di questionari di natura qualitativa e quantitativa. I risultati dello studio saranno resi noti tramite una pubblicazione che, alla luce dei risultati conseguiti e delle esperienze dei formatori, potrà trasmettere saperi e competenze utili per prevenire e contrastare il bullismo e il cyberbullismo.

Maggiori informazioni sul progetto: https://www.malattie-rare.org/blog.html

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium