/ Politica

Politica | 18 febbraio 2021, 16:24

Post antisemita, consigliera M5S Monica Amore indagata per diffamazione aggravata dall'odio razziale

"Non sono razzista e non sono antisemita, l'ho già detto", ha provato a giustificarsi l'esponente pentastellata

Monica Amore

la consigliera del M5S Monica Amore indagata per diffamazione aggravata dall'odio razziale

La consigliera comunale del M5S Monica Amore è indagata per diffamazione aggravata dall'odio razziale. Titolare dell'inchiesta il procuratore aggiunto Emilio Gatti, che ha aperto un fascicolo dopo l'esposto presentato dall'avvocato Tommaso Levi per conto della comunità ebraica torinese.

La vicenda è quella del post su Facebook in cui la militante grillina associava alle testate del Gruppo Gedi alcune caricature antisemite.

"Non sono razzista e non sono antisemita, l'ho già detto". Monica Amore ha commentato così la sua iscrizione nel registro degli indagati, con l'accusa di diffamazione aggravata dall'odio razziale. "Quelli non sono i miei abiti, ho già chiesto scusa per il mio errore", ha aggiunto l'esponente pentastellata.

Ma intanto il Partito Democratico ne ha chiesto le dimissioni, durante l'ultimo Consiglio comunale ed anche il M5S aveva preso nettamente le distanze dal post pubblicato e poi frettolosamente cancellato, dopo che si era sollevato un polverone di polemiche.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium