/ Cronaca

Cronaca | 16 marzo 2021, 11:31

Fanno festa in un locale con alcol e musica, la polizia arriva per multarli e loro si barricano dentro sprangando la porta

E' avvenuto lo scorso venerdì notte in centro città. Un uomo di 39 anni, italiano, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Gli altri partecipanti sono riusciti a scappare da un ingresso secondario

brindisi con alcol e cocktail

immagine di repertorio

Hanno organizzato una festa in un locale con alcol e musica ad alto volume, infischiandosene delle norme anti-Covid. Non ci è voluto molto alla polizia per raggiungere il luogo, anche grazie alle segnalazioni di alcuni residenti. Soltanto che, al loro arrivo, i poliziotti hanno trovato la porta di ingresso bloccata con una spranga di ferro. E' accaduto lo scorso venerdì in centro città.

Tutto è iniziato all'una di notte quando, dopo una segnalazione al 112 Nue, la pattuglia è arrivata nelle vicinanze dell'esercizio commerciale, sentendo subito la musica alta e gli schiamazzi provenire dall'interno. Eppure il locale risultava chiuso dall’esterno, fatta eccezione per una flebile luce che faceva capolino dalle imposte nella parte superiore.

I poliziotti hanno allora deciso di bussare ripetutamente alla porta dell’attività, in modo da attirare l’attenzione dei presenti, ma solo dopo alcuni minuti la musica è finalmente cessata. Una voce maschile dall’interno del locale ha domandato chi avesse bussato e i poliziotti si sono qualificati. L'uomo ha negato loro l'accesso e anzi ha continuato a proferire frasi di dissenso. Nel frattempo i poliziotti hanno distinto chiaramente il rumore metallico prodotto da una spranga in ferro che qualcuno all'interno ha utilizzato per bloccare la porta e hanno sentito il grande trambusto delle persone che cercavano in qualche modo di allontanarsi.

Gli agenti si sono allora affacciati da un cancello chiuso, attiguo al locale, dal quale hanno potuto vedere due soggetti uscire da una porta secondaria. Entrati grazie a un accesso del vicino condominio, i poliziotti sono riusciti a bloccare nel cortile due persone: una di queste, un italiano di 39 anni, è stato riconosciuto come la "voce" che poco prima aveva impedito l'accesso alla pattuglia.

Una volta all'interno dell'esercizio, i poliziotti hanno appurato l'effettivo bloccaggio della porta, al fine di ritardare il più possibile il loro ingresso e permettere contestualmente un rapido allontanamento delle persone presenti, come suggerito dai numerosi bicchieri contenenti rimanenze di bevande alcoliche e il rinvenimento di alcuni effetti personali abbandonati degli avventori.

Il trentanovenne è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium