/ Politica

Politica | 13 aprile 2021, 08:33

La fontana luminosa del Valentino tornerà in vita, Scanderebech: "Ricordo di Torino '61"

"I cittadini sono pronti a investire 400mila euro: il loro progetto presentato autofinanzierebbe la riattivazione, la gestione e la manutenzione"

La fontana luminosa del Valentino tornerà in vita, Scanderebech: "Ricordo di Torino '61"

Con 25 voti favorevoli è stata votata dal Consiglio Comunale di Torino la mozione della Vice Capogruppo di Forza Italia Federica Scanderebech che chiede che ritorni a risplendere la fontana luminosa del parco del Valentino. Dichiara la Consigliera di Forza Italia Scanderebech:

"Finalmente - commenta l'esponente azzurra - un vecchio ricordo di una Torino luminosa e solare degli anni '61 tornerà a risplendere. Il Consiglio Comunale ha dato esplicito mandato alla giunta di indirizzare i circa 700 cittadini che chiedono che la fontana luminosa del Valentino torni in vita, coi suoi spettacoli luminosi e i giochi d'acqua".

"Dopo un lungo dibattito - continua - la via da perseguire è stata indicata quella del regolamento dei beni comuni, l'assessore Giusta dovrà occuparsi del percorso partecipato. I cittadini sono pronti a investire 400mila euro pur di ridare luce alla fontana. Il loro progetto presentato autofinanzierebbe la riattivazione, la gestione e la manutenzione".

"La fontana luminosa è da troppi anni abbandonata e vittima di degrado, dal 2012 l'amministrazione provvede a sole due puliture annuali, un peccato per un simbolo dell'Italia '61 che molti ricordano ancora indelebilmente. Finalmente cittadini, con un grande senso civico, decidono di scendere in campo e rimboccarsi le maniche con la speranza che la burocrazia non li freni, per questo la mozione chiede esplicitamente un accompagnamento del Comune al fine di superare alcuni cavilli e il Consiglio Comunale tutto non ha avuto dubbi nel dare il chiaro indirizzo da perseguire alla Giunta" conclude Scanderebech. 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium