/ Politica

Politica | 19 aprile 2021, 09:00

Covid, Bongioanni chiede umanità per le Rsa: “In sicurezza, apriamo alle visite di pazienti a ospiti fragili”

L’ordine del giorno presentato dal capogruppo di Fratelli d’Italia: “Il Covid ha fatto mancare il rapporto umano e l’umanità ha un valore fondamentale per chi sta soffrendo e chi sta meno bene di noi”

Paolo Bongioanni, capogruppo di Fdi in Regione Piemonte

Paolo Bongioanni, capogruppo di Fdi in Regione Piemonte

Riaprire, in totale sicurezza, le porte delle Rsa ai parenti o ai cari dei pazienti e ospiti delle strutture. E’ mosso dalla volontà di riportare umanità a chi ha tanto sofferto nell’ultimo anno e mezzo l’ordine del giorno di Paolo Bongioanni, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte.

Ho presentato questo atto perché la volontà è quella di portare un po’ di umanità sia nelle Rsa che nelle strutture ospedaliere dove abbiamo problematiche pesanti dei pazienti e degli ospiti: il Covid ha fatto mancare il rapporto umano e l’umanità ha un valore fondamentale per chi sta soffrendo e chi sta meno bene di noi” spiega il consigliere regionale.

Consapevole che il benessere psicologico si accompagna sempre al benessere fisico, Bongioanni ribadisce i punti cardine della sua proposta: “Visto che durante la pandemia gli ospiti delle Rsa e i malati terminali sono quelli che hanno pagato di più l’isolamento sociale, sicuramente derivato dalla pandemia, ora sono stati messi in sicurezza anche grazie ai vaccini, credo che sia giusto che tornino a godere un pochino degli affetti dei loro cari”. Il tutto, come ribadito dal capogruppo di Fdi, nel rispetto delle norme di prevenzione dei contagi

 

La proposta che ho fatto, salvo improvvisi picchi pandemici a livello regionale e con l’assoluto rispetto dei divieti, è quella di stilare un’intesa con le Asl e con le strutture socio sanitarie che gestiscono le strutture per garantire i contatti fra pazienti, ospiti e loro famigliari o persone di fiducia” afferma Bongioanni. L’atto, infatti, è volto a garantire contatti alle persone con prognosi non felici e patologie gravi. Alle persone che soffrono e a quelle che, giunte negli ultimi momenti della vita, meritano di vivere gli ultimi giorni nel miglior modo possibile. 

Io penso che l’umanità debba esser prioritaria e sono sicuro che il Consiglio regionale sarà sensibile a questa proposta” conclude Bongioanni.

Comunicazione Politica

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium