/ Attualità

Attualità | 13 maggio 2021, 10:41

Una "casa del cibo" con mensa sociale e cucina per i bisognosi dentro l'ex caserma La Marmora

E' questo uno dei tre progetti vincitori di "Segnali d'Italia chiama Torino", insieme al Precollinear Park e Orti Generali

Cibofficina Food Pride

Cibofficina Food Pride

Una “casa del cibo” dentro l’ex caserma La Marmora, per aiutare le persone bisognose della zona. E’ questo uno dei tre progetti vincitori del bando “Segnali d’Italia chiama Torino”, promosso da IGPDecaux ed Edison, con il patrocinio della Città. I vincitori dell’iniziativa – a cui hanno risposto ben 112 realtà non profit, imprese e comitati – sono quindi Precollinear Park, Orti Generali e Cibofficina Food Pride: a loro verranno assegnati 15 mila euro, oltre ad una campagna pubblicitaria.

Cibofficina Food Pride, dell’Associazione Eufemia,  prevede appunto di riqualificare il complesso militare nella Circoscrizione 3 per allestire all’interno una cucina professionale che utilizzerà in gran parte eccedenze alimentari. All’interno verranno anche messi un frigo e fornelli di quartiere, dei mezzi che verranno messi a disposizione di chi ne ha bisogno per cucinare in autonomia, una mensa sociale gratuita e una scuola di cucina per promuovere l’inclusione sociale e lavorativa.

Orti Generali dell’Associazione Orti Generali APS intende invece proseguire la propria attività di ecologia urbana nella fattoria didattica di Parco Piemonte, dove sono già attivi 160 orti sostenibili, grazie all’acquisto di una mucca highland e del suo vitellino, che contribuiranno alla sostenibilità ambientale della struttura e del parco stesso.

Infine, Precollinear Park è l’iniziativa dell’Associazione Torino Stratosferica nata dopo il primo lockdown che ha trasformato in un parco lineare un tratto dismesso della linea tramviaria, dal ponte Regina Margherita sul Po a piazza Hermada in precollina. Il contributo di Segnali d’Italia chiama Torino sarà investito per migliorare l’accessibilità al parco.

“Quando si parla di innovazione, - ha commentato la sindaca Chiara Appendino - troppo spesso ci si concentra su quella tecnologica, senza fare sufficiente menzione dell'innovazione sociale. Un settore su cui come Città ci siamo concentrati intensamente in questi anni, e che siamo certi sia la giusta strada per affrontare con successo quei radicali cambiamenti sociali, economici e urbani che ormai sono sotto gli occhi di tutti”.

Alle tre realtà verranno quindi assegnati 15mila euro, oltre ad una campagna pubblicitaria.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium