/ Cronaca

Cronaca | 18 giugno 2021, 16:07

Gli amputarono una gamba dopo una lussazione: ora la Città della Salute dovrà risarcirlo con 700mila euro

Protagonista una ragazzo di 29 anni che ebbe l'incidente nel 2015 mentre praticava parkour. Ritardi nelle cure hanno complicato il quadro clinico del paziente, fino a richiedere l'intervento estremo

L'ospedale Cto

L'ospedale Cto

Gli amputarono una gamba in seguito a una semplice lussazione: ora dovranno risarcirlo di 700mila euro. Lo dice la sentenza che ha per protagonista un ragazzo di 29 anni, tecnico informatico, e l'incidente che gli era capitato nel 2015 mentre praticava parkour in un giardinetto nel quartiere di Mirafiori Sud.

Le a cure ospedaliere ricevute dal giovane – prima al Cto e poi alle Molinette – sono evidentemente sembrate errate e con varie omissioni al giudice che ha pronunciato la sentenza: il ragazzo verrà infatti risarcito, insieme ai suoi familiari, di 700mila euro dall'azienda ospedaliera Città della Salute di Torino. In seguito all'infortunio, era rimasto ricoverato per oltre 150 giorni.

Quello stesso episodio, in sede penale, aveva portato all'archiviazione delle accuse nei confronti di 68 medici, che dovevano rispondere di lesioni colpose.

Nella cifra di risarcimento sono comprese tutte le spese che il ragazzo dovrà affrontare, mediche e di supporto.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium