/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 31 agosto 2021, 07:00

Cosa serve per arredare una cucina nel modo giusto

La scelta dei complementi di arredo e dei mobili destinati alla cucina richiede una valutazione molto attenta. Per questo abbiamo chiesto aiuto agli specialisti di Myl Idea cucine a Torino.

Cosa serve per arredare una cucina nel modo giusto

La scelta dei complementi di arredo e dei mobili destinati alla cucina richiede una valutazione molto attenta. Per questo abbiamo chiesto aiuto agli specialisti di Myl Idea cucine a Torino, che ci hanno regalato qualche suggerimento e preziose indicazioni su come procedere.

Da dove si può partire?

Non si ha che l’imbarazzo della scelta. Di certo è molto importante poter contare su una dispensa alta che permetta di riporre le stoviglie, i barattoli o il pentolame in un posto solo: la si può collocare di fianco al forno o al frigorifero. A proposito: un mobile per il forno offre la possibilità di racchiudere il microonde e il forno ad incasso in un mobile solo, ma a volte qualche cliente opta per lasciare un vano aperto sopra il forno per poter posizionare il proprio microonde a libera installazione. C’è una notevole varietà di scelta per le colonne forno, anche dal punto di vista delle dimensioni. Se se ne ha l’opportunità, è meglio collocare il forno a una novantina di centimetri di distanza dal pavimento, per non essere costretti a piegarsi ogni volta che lo si usa o che lo si deve pulire. Inoltre, in questo modo si garantisce una maggiore sicurezza se in casa ci sono dei bambini.

Che cosa si può fare per vivere in una cucina ordinata?

Sfruttare i ripiani aperti, molto frequenti nelle cucine moderne. Ci sarà sicuramente da pulire maggiormente, ma essi si rivelano davvero utili per la conservazione delle spezie o dei ricettari. La cassettiera, invece, consente di organizzare in modo razionale, grazie ai cassetti che la compongono, i vari utensili di cui ci si serve in cucina, dai mestoli alle pentole, dalle padelle alle casseruole. Garantisce rapidità e semplicità di utilizzo, ma soprattutto il massimo della versatilità, anche perché esistono molteplici soluzioni che possono essere adottate per la sua sistemazione.

Che approccio conviene adottare nei confronti dei mobili per la cucina?

Che siano bassi o alti, sono sempre fondamentali per mettere a posto i piatti: a seconda dei casi, quindi, si possono trovare in sala da pranzo o, in cucina, vicino alla lavastoviglie. Esistono anche sistemazioni differenti da sfruttare per gli utensili e per le pentole, magari con mobili modulari che sono in grado di adattarsi alle disposizioni più diverse, soprattutto se sono dotati di cassetti o di cestoni estraibili . Il consiglio è di optare per mobili bassi quando si ha la necessità di ottimizzare lo spazio, a più o meno 90 cm di altezza. Molto comodi, poi, sono i pensili, che dovrebbero essere posizionati a una distanza di 56 cm rispetto al piano di lavoro.

Cosa conviene sapere in relazione alla scelta dei materiali?

I materiali in cucina non incidono solo sul suo aspetto estetico, ma sono destinati anche a condizionarne la funzionalità e la longevità nel tempo. I materiali che possono essere abbinati in modo soddisfacente con i piani di lavoro sono tanti, e per questo motivo conviene avere le idee ben chiare sulle abitudini quotidiane e sulle esigenze che dovranno essere soddisfatte. Il legno o un materiale in simil legno, per esempio, sono consigliati per un ambiente naturale, a patto che si opti per una tinta più longeva di quella laccata. Una cucina laminata è ideale quando si è alla ricerca di una soluzione resistente e che permetta di scegliere tra tanti colori. Infine, nel caso in cui si voglia privilegiare uno stile moderno, è auspicabile puntare su un materiale opaco, tenendo presente che in questa eventualità bisognerà prestare la massima attenzione ai graffi.

Quali sono le proposte di Myl Idea?

Il nostro shop mette a disposizione collezioni dedicate che consentono di soddisfare i gusti più diversi. Il modus operandi alla base di Myl Idea prevede una meticolosa ricerca dei migliori fornitori, che vengono selezionati al fine di offrire alla clientela le soluzioni di maggior pregio a prezzi vantaggiosi. Basta dare uno sguardo al nostro catalogo per rendersene conto.

Torniamo all’organizzazione della cucina: quali sono le opzioni che meritano di essere prese in considerazione?

Se lo spazio disponibile è poco e deve essere ottimizzato il più possibile, conviene valutare l’ipotesi di ricorrere a un mobile ad angolo, che aiuta a gestire ogni dettaglio in modo intelligente. Costituito da scaffali, in genere è dotato di cassetti estraibili o scorrevoli che consentono di accedere senza difficoltà a ciò che è stato riposto. Anche il portaspezie può essere a scorrimento: ovviamente lo si può utilizzare non solo per le spezie, ma anche per sistemare il pane, l’aceto, l’olio, e così via. Un altro cestello scorrevole, invece, si dimostra comodo per riporre i prodotti per la casa e gli strofinacci.

Il cassetto all’inglese, invece, che cos’è?

Si tratta di un cassetto che è collocato nella parte bassa della cassettiera: in pratica, dopo che il cassetto principale è stato aperto, al suo interno è presente un cassetto di dimensioni inferiori. Si tratta di una soluzione a cui si può ricorrere per la conservazione dei piatti e dei coperchi, con il vantaggio che le differenti altezze dei cassetti non sono visibili da fuori. Un grande classico, poi, è il portaposate, che è suddiviso in varie sezioni con formati differenti. Aiuta a tenere in ordine non solo le forchette, i coltelli e i cucchiai, ma anche altri utensili di piccole dimensioni che vengono usati tutti i giorni, come per esempio gli apriscatole o i cavatappi.

Insomma, se si ha a disposizione una cucina in ordine, la quotidianità è più piacevole

Proprio così, anche perché in questo modo non si è costretti a perdere tempo per rimettere in ordine o per cercare utensili che si pensa di aver smarrito. Questi elementi sono comodi in qualunque tipo di cucina, sia essa a U, a L o a isola. Proprio i modelli a isola sono quelli più in voga negli ultimi anni, in quanto offrono la possibilità di usufruire di una zona di passaggio grazie a uno spazio aperto e ampio. Le cucine a U, invece, sono ideali per i locali più ampi, e accolgono in genere la sala da pranzo.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium