/ Cronaca

Cronaca | 27 settembre 2021, 14:00

Suicida dopo aver ucciso moglie e figlio, indaga la procura

Venerdì ultimo incontro col legale, non mostrava intenti suicidi

Suicida dopo aver ucciso moglie e figlio, indaga la procura

La procura di Ivrea ha aperto un procedimento, al momento a carico di ignoti, per il suicidio in carcere di Alexandro Riccio, il 39enne che lo scorso 29 gennaio, a Carmagnola (Torino), ha ucciso la moglie Teodora Casasanta e il figlioletto Ludovico, di appena 5 anni.

Nella notte tra sabato e domenica l'uomo, che subito dopo il duplice omicidio aveva già tentato il suicidio, si è impiccato con i pantaloni di una tuta all'inferriata della cella in cui era detenuto da quando era stato dimesso dal repartino dell'ospedale Molinette di Torino.

"Ho visto il mio cliente venerdì, insieme al consulente per la perizia psichiatrica. Nel corso dell'incontro non ha mostrato alcun intento suicida", racconta all'Ansa l'avvocato Giuseppe Lopedote che lo assisteva. Il legale attende ora di essere convocato, come persona informata dei fatti, dalla procura di Ivrea. Un atto dovuto per consentire alla magistratura di effettuare ogni accertamento del caso.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium