/ Attualità

Attualità | 09 novembre 2021, 13:27

Torino non mette in vetrina le Atp Finals (FOTO)

A cinque giorni dall'evento solo alcune attività commerciali hanno creato esposizioni ad hoc, così come solo la minoranza ha esposto il materiale promozionale

vetrine del centro di torino

Torino non mette in vetrina le Atp Finals

A cinque giorni dall'inizio delle Atp Finals, in programma dal 14 al 21 novembre al Pala Alpitour, nel centro di Torino non si respira ancora aria di tennis: passeggiando in via Roma e via Po sono poche le vetrine allestite a tema. Su tutte spicca quelle di Stratta in piazza San Carlo, dove è in corso di allestimento il villaggio del torneo che ospita i migliori otto tennisti al mondo.

Da Stratta campo da tennis in vetrina 

Lo storico bar ha steso per tutta la lunghezza della vetrina una rete da gioco, con decine di palline gialle appese al soffitto. Forma che è stata riprodotta anche con il cioccolato, affiancate alle racchette in pasta da zucchero. Al di là dell'iniziativa del locale, è difficile rintracciare segni visibili delle Atp Finals nelle vetrine. 

Adesivi per la porta e cartelli promozionale

A livello promozionale Turismo Torino ha realizzato tre tipi di materiale promozionale: un adesivo per la porta e un cartello, entrambi con la scritta "Torino so much of everything" che richiama dal punto di vista grafico il tennis. A questi, per le attività commerciali delle aree centrali, si aggiungono mille manifesti un po' più grandi con la stessa immagine. 

Carpignano (Ascom): "Materiale ancora in distribuzione" 

"Stiamo sensibilizzando tutti gli operatori - spiega il direttore di Ascom Torino e provincia Carlo Alberto Carpignano - sulle Atp, chiedendo di curare la vetrina. La distribuzione del materiale promozionale non è però ancora stata completata e da quello che abbiamo visto non è ancora così capillare: la sensazione è che si sia iniziato un po' in ritardo".

Turismo Torino: "Ripassiamo nei negozi per sollecitare esposizione pubblicità"

Incaricata della diffusione del materiale Turismo Torino, che chiarisce: "abbiamo già effettuato un primo giro nei negozi: ora stiamo procedendo a ripassare per sollecitare l’esposizione del cartello vetrina e vetrofania".

Il problema quindi è che magari bar, ristoranti ed attività commerciali hanno già ritirato il pacchetto e non lo hanno ancora messo in vista. Oppure nel caso delle grandi catene commerciali che affollano via Roma, i dipendenti non si possono assumere la responsabilità di prenderlo, così come di allestire la vetrina senza l'autorizzazione della direzione centrale.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium