/ Eventi

Eventi | 16 novembre 2021, 08:05

Settimo, la consigliera Elena Levato presenta il suo ultimo libro in biblioteca

Con lei, la sindaca Elena Piastra ed Ezio Gallo ex docente dell'Istituto Galileo Ferraris

Alcuni momenti della presentazione

Alcuni momenti della presentazione

Mercoledì 10 novembre 2021, in Sala Levi presso la Biblioteca Archimede di Settimo Torinese, si è tenuta la presentazione di Mariangela - L’alba del giorno dopo, ultimo libro della scrittrice e consigliera comunale settimese Ch. Elena Levato, edito dalla BookSprint Edizioni.

L’autrice, affiancata da Ezio Gallo, ex docente dell’istituto Galileo Ferraris, e dalla sindaca di Settimo, Elena Piastra, ha raccontato ciò che l’ha portata a scrivere la storia di Mariangela, una donna di altri tempi che lotta contro le convenzioni, vince le sue paure e decide di vivere la sua femminilità, che è poi voler vivere l’amore. Mariangela non è un personaggio immaginario, bensì una lontana zia dell’autrice, originaria della Calabria, dietro cui si nasconde una verità dimenticata. È una donna che percepisce la voglia di cambiamento, che vive le inquietudini tipiche delle giovani donne quando sentono pulsare dentro la passione, è una donna che vuole vivere la sua storia d’amore come se fosse una fiaba, e che vorrebbe esternare le sue emozioni con sincerità senza falsi moralismi. Mariangela, però, paga il pegno a una società bigotta e retriva, ipocrita e maschilista, ricca di pregiudizi e maldicenze, dove l’onestà va a spasso con la vergogna.

L’autrice, spinta dal desiderio di ricostruire la storia mancante di Mariangela, ha indagato documentandosi a fondo e ripercorrendone le tappe nella Calabria post-borbonica, in un periodo storico, primi del Novecento, controverso, ancorato a pregiudizi e antiche tradizioni, e segnato da avvenimenti come la Grande Guerra e la pandemia di influenza spagnola. 

E’ un libro che si legge tutto d’un fiato -  ha commentato la Sindaca Elena Piastra, Anche se a tratti è estremamente duro. Questo perché riporta la verità così com’è: la condizione della donna esposta nel primo novecento, non protetta dall’onorabilità e dalla famiglia, il tema della guerra e della malattia, la spagnola, le cui difficoltà richiamano in modo evidente quelle legate alla pandemia che stiamo affrontando in questo periodo storico.”

Come ha sottolineato Ezio Gallo, sono presenti diversi momenti poetici, alternati a momenti prosastici, i personaggi si raccontano da soli attraverso l’artificio della regressione che è tipico dei veristi, e che permette al lettore di immedesimarsi perfettamente. Inoltre, Mariangela è un romanzo documentario in cui la storia si umanizza dal basso, nel villaggio, con le sofferenze scaturite dalla spagnola e dalla guerra,  dalle trincee e dalla Brigata Catanzaro, con le elezioni del 1919 e altri avvenimenti storici che ci riportano al periodo in cui è ambientata la vicenda. 

Alessandro Del Vago

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium