/ Cronaca

Cronaca | 19 novembre 2021, 10:20

Area Parri, addio a spaccio e degrado: ruspe e operai al lavoro fino a gennaio 2022 (VIDEO e FOTO)

Ultimo tassello verso la riqualificazione e la costruzione della nuova scuola. Foietta: “L’auspicio è per un piano complessivo di rilancio con spazi attigui o interni alla struttura”

area parri

Area Parri

I rumori delle ruspe e degli operai danno speranza ai residenti vicini all’area Parri, diventata per troppo tempo luogo di spaccio e di abbandono. In questi giorni sono infatti iniziati i tanto attesi lavori di demolizione dei vecchi capannoni, con il tempo trasformati in casa di pusher e disperati. 

 

Foietta: "Auspico un piano complessivo di rilancio con spazi attigui o interni alla struttura” 

“Quel che resta della scuola verrà abbattuto entro Natale” aveva spiegato in una recente intervista al nostro giornale, il presidente della 8, Massimiliano Miano. Al suo posto sarà realizzato un nuovo edificio scolastico che dovrà essere messo a bando. 

Abbiamo già i fondi per realizzare la nuova scuola, si chiamerà sempre Massimo D’Azeglio, che ospiterà la scuola dell’infanzia di via Pietro Giuria” aveva aggiunto Miano. 

“L’obiettivo di tutti - aggiunge all’alba dei lavori il coordinatore Enrico Foietta - è migliorare e rendere più vivibile e sicura l’intera area Parri. Il fatto che venga costruita una scuola non significa che si interrompe il supporto e il lavoro verso un’area integrata tra tante funzioni diverse che coesistono: sportiva, polo di aggregazione, educativa, polo verde, Casa Garibaldi”. 

Un’affermazione che sembra venire incontro anche all’appello fatto dall’ex consigliere Augusto Montaruli, il quale sosteneva proprio la necessità di “luoghi di aggregazione sportiva, sociale e culturale”. 

“L’auspicio - aggiunge Foietta - è quello che la scuola possa essere inserita in un piano complessivo di rilancio che possa comprendere magari spazi attigui o anche interni alla nuova struttura. Su questo mi auspico ci sarà margine di manovra e l’interesse di tutti”

Fine lavori di demolizione a gennaio 2022

I lavori di demolizione che si stanno svolgendo in questi giorni e andranno avanti fino a gennaio 2022, sono solo gli ultimi tasselli di un impegno che nel corso del tempo aveva portato alla realizzazione della pedonalizzazione e dell’area cani.Lo spazio dedicato ai giochi, ora chiuso, riaprirà non appena le ruspe avranno terminato le operazioni di demolizione. 

 

 

Chiara Gallo e Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium