/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2021, 16:14

Due anni di codice rosso: lunedì 29 un confronto organizzato da Città Metropolitana

Iniziativa legata al 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Due anni di codice rosso: lunedì 29 un confronto organizzato da Città Metropolitana

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, data scelta dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite nel 1999. Anche quest’anno sono numerose le iniziative che il territorio metropolitano intraprende per tenere alta l’attenzione sul tema, oggi più che mai scottante.

La Città metropolitana di Torino e la Rete azione cambiamento organizzano lunedì 29 novembre dalle 14 alle 17 un webinar dal titolo “Due anni di codice rosso: attuazione criticità e nuove consapevolezze”, che propone una riflessione sulla legge approvata nel 2019, a tutela delle donne e dei soggetti deboli che subiscono violenze per atti persecutori e maltrattamenti.
La legge 69/19, conosciuta come “Codice rosso”, mira a rafforzare la tutela delle vittime dei reati di violenza domestica e di genere, tramite interventi sul codice penale e sul codice di procedura penale. Tra le novità introdotte dalla norma, la possibilità, rivolta agli autori di violenza di genere, di sottoporsi a un trattamento psicologico con finalità di recupero. La Città metropolitana di Torino è impegnata su questo particolare aspetto e dal 2009, attraverso il coordinamento di un Tavolo di lavoro denominato: “Tavolo per progetti finalizzati al cambiamento degli autori di violenza”, che ha come obiettivo favorire il cambiamento degli uomini “maltrattanti” e promuovere un nuovo modello di mascolinità attraverso il coinvolgimento diretto degli uomini.

In questi ultimi anni una delle principali attività del Tavolo è stata la realizzazione di un coordinamento di associazioni presenti sul territorio metropolitano che si occupano di accoglienza degli autori di violenza di genere. Le associazioni coinvolte hanno scelto di costituire una Rete denominata Rac-Rete azione Cambiamento, per condividere, confrontarsi e promuovere, in collaborazione con i diversi soggetti che incontrano gli autori di violenza di genere, azioni e progetti per favorire il loro cambiamento. I limiti e vantaggi dell’applicazione del Codice rosso, sono stati spesso oggetto di confronto tra la Rete azione cambiamento e per questo si è scelto, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza nei confronti delle donne, di approfondire il tema con alcune delle organizzazioni e istituzioni del territorio maggiormente coinvolte. L’obiettivo del convegno è quello di approfondire le novità introdotte dal Codice e analizzare i principali cambiamenti appartati a due anni dalla sua emanazione.

Programma

Due anni di Codice rosso. Attuazione, criticità e nuove consapevolezze

29 novembre 2021, dalle ore 14 alle17

- webinar -

Introduce: Monica Tarchi, Dirigente Istruzione, Pari opportunità, welfare della Città metropolitana di Torino

Modera: Antonella Ferrero, responsabile Ufficio pari opportunità e contrasto alle discriminazioni della Città metropolitana di Torino, Direzione Istruzione pari opportunità, welfare

14-14.15 Saluti istituzionali

Roberto Montà - Vicensindaco della Città metropolitana di Torino

14.15-14.30 Presentazione del video “Cacciatori in agguato”

Anna Cellamaro – Psicologa, Centro studi e trattamento dell’agire violento

14.30 -14.50 Il lavoro con gli uomini autori di violenza di genere. Pratiche a confronto e lavoro di rete

Maddalena Cannito - Ricercatrice e coordinatrice progetto Varco, Università degli studi di Torino

Raphael Tonchia - Dottore in Politiche e servizi sociali, Università degli studi di Torino

14.50-15.20 Il Codice rosso: che cos’è, cosa ha cambiato? Effetti e modalità operative

Lisa Bergamasco - Sostituto Procuratore, Gruppo fasce deboli, Procura della Repubblica di Torino

15.20-16.30 Tavola Rotonda

Modera: Marika Demaria, referente comunicazione Università della strada Gruppo Abele, giornalista freelance.

Intervengono:

Questura di Torino: Marco Poggi - Vicequestore della Polizia di Stato, Squadra mobile; Paola Fuggetta , Commissario Capo della Polizia di Stato, Divisione Polizia anticrimine

Ufficio interdistrettuale dell'esecuzione penale esterna di TorinoDomenico Arena, Direttore

Rete R.A.C. (Rete Azione Cambiamento): Giovanna Galasso – Psicologa, Servizio accoglienza e trattamento del Gruppo Abele; Lina Borghesio – Presidente Associazione Punto a Capo

Centri Antiviolenza Emma onlusSilvia Sinopoli – Avvocata, Vicepresidente

16.30-16.50 Discussione

16.50-17.00 Conclusioni

Monica Tarchi - Dirigente Istruzione, Pari opportunità, welfare della Città Metropolitana di Torino

Il webinar si svolgerà online su piattaforma Webex. Non è richiesta iscrizione.

Per partecipare è sufficiente connettersi alla piattaforma qualche minuto prima dell’inizio del webinar cliccando sul link e seguendo le indicazioni.

https://cittametropolitanatorino.webex.com/cittametropolitanatorino/onstage/g.php?MTID=eda157fabf65f5324717370e7a23cd80e

Per informazioni: paritadiritti@cittametropolitana.torino.it 011 8616387 – 6059

Sul territorio metropolitano questa ricorrenza è l'occasione per lanciare un messaggio contro la violenza e per diffondere una cultura di attenzione ai diritti delle donne attraverso varie proposte che, dopo due anni di appuntamenti in modalità solo virtuale, possono tornare a essere organizzati in presenza.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium