/ Attualità

Attualità | 08 dicembre 2021, 09:03

Torino si risveglia con la neve, strade e tetti imbiancati (FOTO e VIDEO)

La prima nevicata dell'inverno non ha prodotto al momento particolari problemi alla circolazione

La prima neve dell'inverno su Torino

Torino si risveglia con la neve, strade e tetti imbiancati

La tanto attesa neve è arrivata. Oggi, 8 dicembre, giorno che tradizionalmente dà il via alle festività natalizie, Torino si è risvegliata con strade e tetti imbiancati.

La neve ha iniziato a fare capolino dalle prime luci dell'alba e dovrebbe durare, stando alle previsioni, (almeno) tutta la mattinata.

Affascinante il paesaggio in centro, grazie alla prima nevicata di questo inverno: le strade risultano comunque percorribili grazie al piano anti neve predisposto dal Comune e ai mezzi spargisale in azione già da ieri sera. Al momento non si registrano particolari criticità alla circolazione. A Torino non si dovrebbe andare oltre pochi centimetri di neve, mentre nel sud del Piemonte Arpa ha diramato l'allerta gialla per le condizioni meteo.

La neve ed il gelo hanno però aggravato la situazione dei tanti senzatetto che stazionano nel centro della città.

In queste ore sono al lavoro personale e mezzi meccanici delle Direzioni Viabilità della Città metropolitana di Torino e le Ditte appaltatrici dei Servizi manutentivi invernali per far fronte all’annunciata nevicata sul territorio.

Per garantire la transitabilità in condizioni di sicurezza delle strade di competenza metropolitana, sono a disposizione:

- circa 150 tra cantonieri e tecnici specializzati nell'utilizzo dei mezzi meccanici e responsabili delle squadre locali di cantonieri, dipendenti dell'Ente, allertabili 24 ore su 24 per garantire la transitabilità di circa 2.800 Km di strade;

- 640 mezzi meccanici, trattori, autocarri pesanti e medi, frese integrali e pale gommate, allestiti con spargisale e lame per lo sgombero neve, di cui 60 di proprietà della Città metropolitana e 580 delle ditte appaltatrici aggiudicatarie dei Servizi manutentivi Invernali ;

- 7 frese neve ausiliarie per la rimozione di coltri nevose in montagna, con funzioni di ribattitura delle banchine post nevicata;

- 40 pale meccaniche ausiliarie;

- 16.000 tonnellate di salgemma e 9.000 tonnellate di sabbione/ghiaietto.

L'attività di sorveglianza e di assistenza al transito viene iniziata a qualunque ora, sia per le attività relative ai servizi preventivi antigelo sia per le attività di sgombero neve quando lo strato nevoso ha raggiunto i 5 centimetri di spessore nelle zone montane, oltre gli 800 metri di altitudine, ed i 3 centimetri in pianura e collina. Il servizio è garantito 24 ore su 24, anche nei giorni festivi e prosegue fino al cessare dell'emergenza.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium