/ Cronaca

Cronaca | 10 gennaio 2022, 18:12

Gtt, il traporto pubblico "resiste" all'emergenza Covid: a Torino "soltanto" 500 corse in meno

Nel primo giorno di ritorno dalle vacanze di inizio anno, l'azienda annuncia una riduzione del servizio del 4,5% su un totale di 11mila corse quotidiane

Gtt, il traporto pubblico "resiste" all'emergenza Covid: a Torino "soltanto" 500 corse in meno

Il servizio di trasporto pubblico locale "tiene": questo almeno è il messaggio lanciato di Gtt il primo giorno di rientro (per lo meno a scuola) dopo le vacanze di inizio anno. A Torino sono state 500 le corse in meno rispetto al pieno regime, quando in città si contano 11mila corse giornaliere.

Una riduzione del 4.5% dovuta alla mancanza di autisti, tra quarantene e positività al Covid e (in minima parte) mancanza di green pass. 

"Oggi, 10 gennaio - si legge in una nota diffusa da Gtt -, è stato programmato un servizio invernale 'pieno'; la riduzione dovuta a mancanza di autisti si è attestata a circa il 4,5% sul programmato (circa 500 corse sulle 11.000 gestite giornalmente). Questo risultato è frutto anche di interventi specifici sulle linee in sofferenza che Gtt ha messo in campo per ridurre al minimo le ricadute legate alle assenze, a partire dall’inserimento di mezzi di supporto quando possibile".

"Non si è ripartiti", continua Gtt, "con una circolazione di persone a pieno regime (gli universitari ad esempio sono in Dad), tanto che oggi la metropolitana ha toccato punte del 65% della capienza disponibile (a fronte anche dell’80% di dicembre)".

Da domani la situazione sarà attentamente monitorata in modo da assumere, se necessario, i provvedimenti del caso che saranno comunicati attraverso il sito internet e i canali di infomobilità Telegram, Twitter e Moovit.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium