/ Cronaca

Cronaca | 11 gennaio 2022, 08:11

Morto nella notte il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. Cirio: "Ricordava al mondo l'orgoglio di essere italiani"

Il decesso è avvenuto all'1.15 nel centro oncologico di Aviano, in provincia di Pordenone, dove era ricoverato

Morto nella notte il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. Cirio: "Ricordava al mondo l'orgoglio di essere italiani"

Ieri notte è morto il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, 65 anni, dallo scorso 26 dicembre ricoverato per una grave disfunzione del suo sistema immunitario. Il decesso è avvenuto all'1.15 nel centro oncologico di Aviano, in provincia di Pordenone, dove era ricoverato.

Sassoli, proprio ieri aveva cancellato tutti i suoi impegni ufficiali, la notizia aveva allarmato il mondo della politica e delle istituzioni sulle condizioni di salute del presidente del Parlamento Europeo, in carica dal 31 luglio 2019. Precedentemente, durante il mandato di Antonio Tajani, era stato vice presidente del Parlamento.

Dal 14 luglio 2009 era diventato europarlamentare e capo delegazione del Partito Democratico al Parlamento Europeo.

Prima della politica, Sassoli aveva dedicato anni al giornalismo. Era stato per anni uno dei volti del TG1, dove era approdato dopo aver lavorato al Tempo, nell'agenzia di stampa Asca e al quotidiano Il Giorno.

Lascia la moglie, Alessandra Vittorini, e due figli, Livia e Giulio.

Tra i tanti messaggi di cordoglio per la scomparsa di Sassoli, anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha voluto diffondere un proprio ricordo dell'ex giornalista e politico: "Caro David, ho avuto l’onore di essere per cinque anni Tuo collega al Parlamento europeo e di conoscere la Tua passione, la Tua onestà e il Tuo smisurato amore per il sogno europeo. Mi mancherai e ci mancherai. Ricorderò sempre le lunghe serate in quel ristorante italiano a Strasburgo dove facevamo tardi parlando del futuro della nostra Europa, del difficile rapporto con gli Stati membri, per poi passare alle immancabili dispute calcistiche: la Tua Fiorentina e la mia Juve. Porterò con me questi ricordi, ma più di tutto il senso del rispetto delle idee di ognuno che Tu mi hai fatto sentire e trasmesso. Mancherai, ma onoreremo la Tua memoria lavorando ancora di più per un’Italia forte in Europa. Ci sono uomini che ricordano al mondo il valore di un Paese come l’Italia. E a noi l’orgoglio di essere Italiani. David Sassoli era uno di loro”.

Un minuto di silenzio per Sassoli è stato osservato anche dal Consiglio regionale del Piemonte, che pure si è riunito in remoto. Nell'occasione il presidente Stefano Allasia ha espresso "il cordoglio dell'Aula per la morte del giornalista ed europarlamentare". Allasia ha ricordato anche Angelo Burzi, ex consigliere e assessore deceduto la notte di Natale: "Persona appassionata".

L'Università di Torino, il Rettore Stefano Geuna, la Prorettrice Giulia Carluccio e il Direttore Generale Andrea Silvestri e la comunità tutta partecipano con dolore al lutto per la scomparsa improvvisa del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. "Vivo e profondo è ancora il ricordo delle parole che pronunciò in occasione dell'inaugurazione dell'Anno Accademico 2020-2021del nostro Ateneo. Il Presidente è stato e sarà un punto di riferimento per chi coltiva con passione e determinazione il sogno di un'Europa Unita. Lo è stato e lo resterà per noi, che ci impegniamo nel progetto di un'università continentale come fondamento di una nuova Europa".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium