/ Attualità

Attualità | 09 febbraio 2022, 07:10

Case popolari e abitazioni di qualità: due progetti di Torino vincono le selezioni e prendono 30 milioni del Pnrr

Si tratta di "resiDenza-resiLienza" e "Ricami Urbani" che coinvolgono Collegno, Grugliasco, Borgaro, Moncalieri, Nichelino, Chieri, Beinasco, Trofarello, La Loggia e Piobesi

bandiera europea

Due progetti di edilizia popolare coinvolgono molti Comuni nella prima cintura di Torino

Trenta milioni (15 per ciascuno) per due progetti legati all'edilizia popolare e che coinvolgono moltissimi Comuni della cintura di Torino: Collegno, Grugliasco, Borgaro, Moncalieri, Nichelino, Chieri, Beinasco, Trofarello, La Loggia e Piobesi

Cominciano a "scaricare a terra" le risorse del Pnrr Next Generation EU-PINQuA: è stato infatti approvato il finanziamento per i due progetti dedicati alla qualità dell'abitare e alla riduzione del disagio abitativo  sul territorio metropolitano candidati dalla Città metropolitana di Torino. Il Ministero ha infatti pubblicato il decreto con la graduatoria dei progetti e la loro ammissibilità definitiva al finanziamento.

I progetti sono “resiDenza-resiLIenza”, che raggruppa i Comuni di Moncalieri (capofila), Nichelino, Chieri, Beinasco, Trofarello, La Loggia e Piobesi Torinese, unitamente all'Ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese e Atc del Piemonte Centrale, che si è piazzato 74esimo su 290 proposte complessive; e "Ricami Urbani-ricucire l'abitare metropolitano", che raggruppa i Comuni di Collegno (capofila) , Grugliasco, Borgaro Torinese con il partenariato di Atc del Piemonte Centrale e Società Cooperativa Edilizia a proprietà indivisa Giuseppe Di Vittorio.

Ciascun progetto potrà avere a disposizione 15 milioni di euro. Non appena firmata la convenzione con il Mise e con gli enti attuatori, sarà possibile dare il via alle opere.

Gli interventi previsti dai due progetti riguardano quegli aspetti che sono alla base di una vera riqualificazione dell'abitare e delle periferie - spiega Sonia Cambursano, consigliera della Città metropolitana di Torino delegata alle attività produttive -: riqualificazione di edifici, strade, aree verdi, attenzione al dissesto idrogeologico, promozione di spazi culturali, miglioramento delle infrastrutture digitali, mobilità sostenibile. Sono aspetti che migliorano non solo la qualità dell’abitare ma costituiscono una base anche per il rilancio dello sviluppo economico e territoriale”  .

"Con Ricami Urbani diamo ossigeno e prospettiva a un progetto inclusivo di vivere e abitare il territorio - dice il sindaco di Collegno, Francesco Casciano -. Un grande lavoro di squadra tra la Città metropolitana e i comuni di Collegno, Grugliasco e Borgaro, per la straordinaria condivisione e collaborazione con cui siamo riusciti tutti insieme ad attrarre questi fondi strategici. I progetti che hanno vinto Pinqua si integrano nella visione urbana e nella trasformazione epocale che l’area metropolitana sta affrontando per avere città nuove, eque con opportunità e servizi di qualità".

Con ResiDenza-ResiLIenza” si inaugura ufficialmente una nuova stagione di sviluppo e rigenerazione per Moncalieri e per il territorio a sud di Torino - dice Paolo Montagna, sindaco di Moncalieri -. La conferma del finanziamento “PINQuA” permette di proseguire l’impegno per la progettazione di interventi essenziali per la qualità della vita delle persone e dei luoghi. È una grande soddisfazione che conforta lo straordinario impegno di Moncalieri come capofila e dei Comuni partner nella costruzione del dossier che ha ottenuto il finanziamento".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium