/ Attualità

Attualità | 19 febbraio 2022, 10:34

Dal nuovo Esselunga al Lidl: ecco come la zona Filadelfia-Lingotto sta diventando il quartiere dei supermercati

Procedono a passo spedito i cantieri su corso Bramante e corso Sebastopoli, per un'offerta che diventa decisamente imponente, rispetto alla superficie occupata

cantieri di supermercati

Proseguono a passo spedito i cantieri per la realizzazione di due nuovi punti di grande distribuzione nella zona Filadelfia-Lingotto

I due cantieri più recenti proseguono a passo spedito, superati gli intoppi degli ultimi tempi. Uno è quello di corso Bramante, dove sorgerà il nuovo punto vendita di Esselunga. L'altro è quello di corso Sebastopoli, nell'isolato compreso tra corso Unione Sovietica e via Tunisi, dove una volta "regnava" una grande concessionaria d'auto. E dove preso aprirà un nuovo Lidl.

Continua a cambiare, la faccia di un quartiere che da borgo Filadelfia si spinge oltre la stazione Lingotto. Una "fetta" di Torino che, a ben vedere, è sempre di più culla di supermercati e puti di grande distribuzione. E come tutte le culle, non mancano i lamenti (per non dire i pianti): quelli dei commercianti di zona, che vedono la crescente concorrenza come un ulteriore elemento di preoccupazione, non bastassero i cali dei consumi.

Il "giro" dei supermercati

Fissando come punto d'arrivo l'Esselunga di corso Traiano (quasi al confine con Moncalieri), è impossibile non notare come, già davanti a lui, quasi di fronte, sorga un nuovo Lidl. "Vicini di casa" reciprocamente ingombranti. Ma che danno bene l'idea della concentrazione geografica del fenomeno.
Ma anche il punto di partenza di un ipotetico tour di supermercati (diciamo l'estremo opposto) fa rima con Esselunga: quello di corso Bramante, proprio alla fine del cavalcaferrovia che collega la zona con piazza Carducci e quindi il confine tra Nizza Millefonti e san Salvario.

Proprio lì, a proposito di "vicini di casa", l'isolato si completa con uno Carrefour storico, di Torino, attivo ormai da moltissimi anni. Ma risalendo idealmente via Giordano Bruno basta arrivare in corso Sebastopoli per trovarsi a un passo da un altro futuro "gigante", quello che sta sorgendo a pochi passi dal Pala Alpitour e che sarà sotto insegne Lidl.

Fin qui le novità, ma risalendo lungo via Tunisi si può notare quanto la concentrazione di realtà di dimensioni importanti sia piuttosto elevata: poco dopo lo stadio Filadelfia, infatti, si trova il Bennet di via Giordano Bruno. Ma nelle vie circostanti (fino a piazza Galimberti) si trovano anche un In's in via Reduzzi (davanti al comprensorio ex scuola Duca degli Abruzzi), un U2 (poco prima della banca che fa angolo proprio con la piazza e via Rosario di Santa Fé) e, ancora, un altro In's su corso Unione Sovietica, poco prima di piazza san Gabriele da Gorizia e di fronte alla sede del Csi. A questi, in via Madonna delle Rose, si somma anche un altro discount che una volta era a insegna Basko e poi Ekom.

Il tutto in poco più di 3 chilometri di distanza

Da un Esseluga all'altro, a spanne, passano poco più di tre chilometri lineari (e molte aree verdi che, in un certo senso, "diradano" la presenza commerciale, ma pure quella abitativa).

"Concentrazione esagerata - commenta il coordinatore Dario Pera -. Presto faremo lettera per chiedere di assumere tra il personale i cittadini del territorio a scomputo della ricaduta negativa sui negozi di vicinato e il piccolo commercio". 

Un'iniziativa quella della Circoscrizione 8 che sicuramente aiuta, ma non cancella il problema per il mercato di zona. "I negozi di prodotti specifici o storici potrebbero sopravvivere, ma per gli altri sarà difficile" spiegava in un'intervista a novembre 2021, Graziella Grasso, ex presidente dell'associazione commercianti di Borgo Filadelfia. 

Chiara Gallo e Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium