/ Attualità

Attualità | 11 maggio 2022, 16:22

Eurovillage, Samuel: "Rifare il Traffic al Valentino, luogo ideale per questi eventi" [VIDEO]

Il fondatore dei Motel Connection: "Torino ora è in serie C, deve ritornare in A: abbiamo la creatività e le idee per farlo"

samuel

Eurovillage, Samuel: "Rifare il Traffic al Valentino, luogo ideale per questi eventi"

"Il Traffic a Torino è un festival che manca, che ha portato realtà incredibili e fatto conoscere artisti internazionali alla città. Si potrebbe rifarlo al Valentino, dove suoniamo questa sera. È un luogo ideale per questo tipo di eventi, potrebbe essere la volta buona". A lanciare l'appello è Samuel, che questo pomeriggio salirà sul palco dell'Eurovillage con i suoi Motel Connection per la giornata della musica torinese. Accanto a lui ci saranno anche la Bandakadabra, Bianco, Fellow, Ginevra, i Paloma e Johnson Righeira

"Chiamata alle armi della città"

Il concerto di questa sera, per il fondatore dei Subsonica, è una "chiamata alle armi della città, che da sempre produce musica e musicista". "Eventi come Eurovision Song Contest - ha aggiunto - ci servono per stare al passo con le altre città. Torino ha un'enorme energia creativa, che va convogliata".

"Rifare il Traffic al Valentino"

"È bene che la città ricominci a confrontarsi con momenti del genere. Torino ora è in serie C, deve ritornare in A: abbiamo la creatività e le idee per farlo - ha aggiunto Samuel - Bisognerebbe tenerle qua e non farle scappare". Il Traffic ha dominato la scena musicale torinese per 10 anni, fino al 2014. 

Sul palco Ginevra

Ad affiancare Samuel sul palco dell'Eurovillage il socio Pierfunk, che ha aggiunto: "L'ultimo concerto lo abbiamo fatto nel 2015, dopo 8 anni è importante ritrovarsi insieme". Insieme a loro anche Ginevra, nota per aver duettato al Festival di Sanremo con "La Rappresentante di Lista" durante la serata delle cover. "Sono di Torino - ha detto - ma da due anni vivo a Milano. All' Eurovillage ho sentito una bella energia, già dal soundcheck".

Righeira: "Vamos a la playa parlava di una spiaggia post-atomica: dopo 40 anni ci siamo purtroppo arrivati" 

E i fans questo sera al Valentino potranno vedere anche Johnson Righeira, dello storico duo. Maglietta blu, fibbia con le iniziali e occhiali da sole a lenti rosse, ha sempre lo stesso entusiasmo. "Sono più o meno 40 anni - ha raccontato - che sono in pista, sono di Barriera di Milano e sono nato in una Torino grigia e plumbea. Con "Vamos a la playa" abbiamo avuto questa spinta verso l'esotismo, legato agli anni '60: feci da solo quella canzone in una cantina di via Accademia Albertina".

"Il  testo - continua Johnson Righeira - parlava di una spiaggia post atomica 2.0: credo che, con 40 anni di ritardo, ci siamo arrivati e non mi fa piacere" . Tra i cantanti in gara ad Eurovision tifa per i "Subwoolfer. Ho apprezzato che finisce alle 23: ieri sera ho visto l'ultima parte dal letto. Alcuni paesi arrivano con cose che ti lasciano sbigottito, altri con canzoni adatte dalla Sagra del Peperone di Carmagnola: è un festival che trasmette tanta allegria e un senso di comunità".

Entusiasti di salire sul palco anche i Paloma, che sono "nati in via de Janeiro". Anche loro condividono l'idea di Samuel di usare il parco del Valentino per altri festival musicali.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium