/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 19 maggio 2022, 17:50

Iveco, 400 lavoratori stabilizzati a Torino Stura entro la fine del 2023. Se tutto andrà bene

L'accordo firmato con le sigle metalmeccaniche è vincolato all'andamento produttivo e alla situazione geopolitica

Prospettive occupazionali positive per Iveco Group e in particolare per Torino Stura

Prospettive occupazionali positive per Iveco Group e in particolare per Torino Stura

Stabilizzazione per circa 400 lavoratori atipici tra il 2022 e il 2023, se le condizioni di andamento produttivo permetteranno di andare avanti su questa strada. Ecco l'accordo sottoscritto in queste ore dai sindacati metalmeccanici di FIM-UILM-FISMIC-UGLM-AQCFR-FIOM e Iveco Group e che riguarda FPT Stura.

Un passaggio che apre spiragli incoraggianti dal punto di vista occupazionale e che è arrivato a seguito di un lungo confronto tra le parti. "Si tratta di un accordo - sottolineano i sindacalisti - vincolato al turn over e all’andamento produttivo, quindi l’auspicio è che le condizioni economiche produttive di mercato permangano nel tempo e essendo consapevoli che molti di questi eventi sono esterni alle nostre volontà (pandemia, guerra) e possono mutare".

Ma già il fatto che l'accordo - nonostante le turbolenze (economiche, sanitarie e non solo) - sia arrivato in questi giorni vuole rappresentare un auspicio positivo per tutte le parti coinvolte. 

"Nonostante le turbolenze economiche e pandemiche del momento - si legge nella nota diffusa dai sindacati - per le evasioni delle nostre produzioni/commesse, è necessario, come in passato, un consistente numero di lavoratori atipici. Questo bacino di lavoratori consentono alla FPT Stura una flessibilità importante nel processo produttivo e finalmente oggi è giunto il momento di fare ragionamenti di prospettiva per la loro stabilizzazione".

"In un contesto così incerto - concludono - le RSA e le organizzazioni sindacali territoriali reputano questo accordo positivo". E Ugo Bolognesi, responsabile Fiom Torino per Iveco, aggiunge: "L’accordo di questa mattina in FPT Industrial di Torino tra Iveco Group e tutte le Organizzazioni Sindacali, va nella direzione che auspichiamo: un “percorso insieme” verso, finalmente, delle stabilizzazioni. Verificheremo nei prossimi mesi che alle parole conseguano fatti concreti. Da anni i Delegati della Fiom in Iveco, come nelle altre aziende, si battono contro la precarietà, questo è un primo piccolo passo che si raggiunge grazie alla loro generosità e al loro impegno. Come Organizzazione e Rappresentanza Sindacale chiediamo l’apertura di tavoli di discussione simili in tutti i settori del “Sito Iveco” a Torino. Giuste soluzioni, condivise, in grado di tutelare i posti di lavoro, per il futuro di Torino".

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium