/ Cronaca

Cronaca | 17 giugno 2022, 10:28

Rifiuti ovunque, tossicodipendenti accampati e pusher: l’incubo del parco di via Cigna [FOTO]

Barriera di Milano continua a subire la piaga della droga: Amiat continua a pulire l’area, che puntualmente viene devastata dai consumatori di crack

degrado nel parco

Segni di degrado sempre più evidenti al parco di via Cigna /foto di Verangela Marino

Potrebbe essere un parco per le famiglie, un polmone verde e uno spazio per far correre i cani. Invece, il parco di via Cigna è ormai un ritrovo di tossicodipendenti, di consumatori di crack che vivono accampati all’interno dello stesso, dormendo per terra, mentre i pusher spacciano droga.

E’ un vero e proprio incubo che si ripete ogni giorno. Quando le prime luci dell’alba illuminano la zona, ciò che emerge è immondizia ovunque, rifiuti, siringhe, fazzoletti sporchi e bottiglie. A poco serve l’encomiabile lavoro dell’operatrice Amiat, che si districa tra zombie e resti di quello che serve per iniettarsi le dosi. “La signora raccoglie qualunque cosa venga lasciata lì dai tossicodipendenti, ma i suoi sforzi sono resi vani da questi individui”, racconta Verangela Marino, capogruppo di Fratelli d’Italia in Circoscrizione 6.


Il via vai nel parco di via Cigna è continuo, impressionante. Le auto si accostano lungo la strada, le persone scendono e acquistano la droga poi vanno via. Poi ci sono gli “zombie”, che ciondolanti si muovono con passo incerto alla ricerca di una dose. “Cari signori dell'amministrazione comunale, quando uscirete dei vostri palazzi e verrete a farvi un giro all'interno di questi parchi, in maniera tale da farvi toccare con mano quali effetti devastanti sta portando la vostra inclusione sociale?”, si chiede provocatoriamente la consigliera.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium