/ Eventi

Eventi | 29 giugno 2022, 18:30

Vascomania a Torino: conto alla rovescia per l'ultima data del tour. E c'è già chi cerca parcheggio per domani sera

A poco più di 24 ore dall'inizio del concerto ultimi preparativi. E Santa Rita si gode anche qualche prova audio in attesa del Blasco

tende davanti allo stadio in via Filadelfia

Cresce l'attesa per la tappa torinese che conclude il tour di Vasco Rossi

Le note di alcuni test e prove musicali annunciano nelle vie di Santa Rita che l'attesa sta arrivando agli sgoccioli. Poco più di 24 ore e allo stadio Grande Torino tornerà a celebrarsi la Messa laica del concerto di Vasco Rossi.

Fervono i preparativi per uno degli eventi più bramati di tutta la stagione "live" torinese (e, a ben vedere, si tratta di un'attesa che dura da anni). Il Vate di Zocca torna sul palco e ad aspettarlo - nel vero senso della parola - c'è chi si è accampato già da giorni

La pioggia di ieri? "Un sollievo dal caldo"

Ma in queste ore i preparativi continuano. Le tende, innanzitutto, aumentano. "Io sono arrivata soltanto oggi, per motivi di lavoro", racconta una delle fan più fedeli del Blasco, anche lei con la sua tenda sul lato di via Filadelfia. Da quella parte, infatti, gli ingressi con i tornelli permettono un po' di riparo dal sole. O dalla pioggia, come nel caso - estremamente raro - di ieri. "Infatti chi era già qui mi ha detto che almeno c'è stato un po' di sollievo dall'afa. Non so se è meglio oggi, con questo caldo".

C'è già chi parcheggia

E in effetti, in pieno pomeriggio, la temperatura è già elevatissima. Non solo in senso metaforico. Tra chi fa passare il tempo passeggiando in zona e chi si concede una bibita al chiosco di piazza d'Armi, non mancano veri colpi di genio. Come quello di due ragazze che, biglietto in tasca per domani, sono già qui oggi allo stadio: "Abbiamo parcheggiato la macchina e ora torniamo a casa con alcuni amici che passano a prenderci. Domani verremo all'ultimo momento, forse in taxi, ma così siamo già a posto per il ritorno, alla fine del concerto". Un piano semplice, ma efficace.

Le note di Vasco viaggiano tra le vie

Ma una delle caratteristiche più suggestive di queste ultime ore prima del concerto riguarda i suoni e le prove che arrivano dall'interno dello stadio che di solito ospita le partite casalinghe del Torino. Si testano impianti sonori ed effetti. Alcune note richiamano immediatamente le canzoni di Vasco e cominciano a creare l'atmosfera. Storicamente è così: già dai tempi di Madonna (stesso stadio, 1987) l'onda sonora che investe il quartiere è uno degli effetti più caratteristici dei grandi concerti all'aperto. Ad alcuni non piacerà, ma saranno in tanti, invece, quelli che si metteranno comodi sul balcone ad ascoltare.

 

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium