/ Politica

Politica | 21 settembre 2022, 11:34

Auto, Salvini sfida l’Europa: “Con noi al Governo referendum per bloccare lo stop ai motori diesel e benzina” [VIDEO]

La proposta del leader della Lega potrebbe interessare il futuro industriale di Torino: “E’ una follia mettere fuori legge i motori endotermici, è una scelta anti italiana del Pd”

Matteo Salvini Rivoli

Il leader della Lega, Matteo Salvini, impegnato a Rivoli

Matteo Salvini indossa virtualmente spada e scudo, come il soldato raffigurato nel simbolo della Lega, e sfida l’Europa sullo stop ai motori endotermici entro il 2035 deciso dal Parlamento Europeo. Una scelta che, se confermata, rischierebbe di danneggiare il settore automotive torinese e piemontese.

La proposta lanciata da Rivoli

Ed è da Rivoli che Salvini, a seguito dell’incontro a Mirafiori di ieri sera, lancia la proposta della Lega: “Se dovessimo andare al Governo, ci sarà un referendum: devono esser egli italiani a dire sì o no alla follia contro cui la Lega si è battuta”.

"Dire che non si producono più auto in Europa e si va avanti solo con l'auto elettrica - ha aggiunto il leader della Lega - significa licenziare a Torino e far lavorare a Pechino. Devono essere gli italiani a dire se è giusto chiudere le fabbriche di auto in Italia e farci invadere dalle auto cinesi oppure no. Questa è una scelta anti-italiana fatta dal Pd”, ha affermato il leader del Carroccio. 

L'impegno su agricoltura e sicurezza

A pochi giorni dalle elezioni, Salvini ha poi rivelato alcuni settori su cui la Lega potrebbe incidere fortemente, in caso di vittoria del centrodestra: “Penso all’agricoltura, ce ne siamo già occupati e mi piacerebbe farlo nuovamente. Ma anche il contrasto alla criminalità, alla mafia, all’immigrazione e allo spaccio di droga”. Agricoltura e interno, i due ministeri ambiti dalla Lega. “Abbiamo dimostrato che quando la Lega si occupa di sicurezza gli italiani sono protetti i poliziotti lavorano al sicuro e i confini sono difesi", ha precisato. 

"Spero che la guerra in Ucraina finisca presto"

In ultimo, il leader leghista ha poi commentato le ultime notizie dal fronte Ucraina-Russia, con la decisione del presidente Vladimir Putin di annettere i territori conquistati e una conseguente nuova mobilitazione di truppe russe: “Non è una buona notizia, spero che la guerra finisca il prima possibile".

Magliano (Moderati): "Difficile non essere d'accordo"

"Un referendum sullo stop alla produzione dei veicoli benzina e diesel a partire dal 2035? Difficile non essere d'accordo con questa proposta, che nasce dai dipendenti del settore automotive", ha dichiarato Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati in Regione Piemonte. "Rispetto al tema dello stop ai motori endotermici occorre rifiutare ogni posizione ideologica, che si limiti cioè ad affermare un principio astrattamente ambientalista senza considerare le conseguenze sociali e occupazionali, che sarebbero particolarmente rilevanti in un territorio a forte vocazione automotive come il nostro".

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium