/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 14 novembre 2022, 06:30

Nuovi ritardi per il mercato di piazza Bengasi: cantieri in stand by per il caro materiali

Il trasloco da via Onorato Vigliani previsto per il 2024. Miano: "Abbiamo un extra costo del 40% rispetto alle previsioni iniziali. Siamo in attesa di un nulla osta dal Ministero". Gli ambulanti: "Vogliamo tornare il più presto possibile"

Nuovi ritardi per il mercato di piazza Bengasi: cantieri in stand by per il caro materiali

Il mercato di piazza Bengasi, che si tiene ormai da 11 anni in via Onorato Vigliani, dovrebbe ritornare a casa dopo la fine dei lavori del parcheggio d'interscambio. Ora però il caro materiali potrebbe far slittare il trasloco.

L'annuncio del rientro era già stato dato a gennaio 2022 dagli assessori Paolo Chiavarino e Chiara Foglietta. 

Nel rinnovato mercato di piazza Bengasi troveranno posto 182 banchi del commercio ambulante (che sarà realizzato da una ditta scelta tramite bando, ndr), mentre nel sottosuolo come già noto sarà inoltre realizzato un parcheggio di interscambio disposto su due piani.

Uno spostamento temporaneo quello in via Onorato Vigliani che anziché durare tre anni si è prolungato oltremodo nel tempo.

A sentire più la mancanza sono non solo gli avventori, ma soprattutto gli ambulanti che qualche giorno fa si sono incontrati con l'Amministrazione della Circoscrizione 8 proprio per fare chiarezza.

"Io sono cresciuto in piazza Bengasi, con il banco di mio padre - spiega Rosario Agliati -. Stiamo lottando per tornare a fare il mercato lì, perché quella zona sta diventando luogo di criminalità. Il mercato tiene a bada questo aspetto grazie ai controlli e alla presenza dei banchi. Anche i residenti lo rivogliono, potrà far rinascere tutta l'area". 

Insieme al coordinatore Dario Pera e agli Assessori, il presidente Massimiliano Miano sta cercando di portare a casa il risultato per riportare il mercato alla sua posizione originale, ma l'extra costo sui materiali di circa il 40% in più rispetto alla previsione originaria rischia di vedere nuovamente spostato questo traguardo. "Sappiamo che ci sono dei ritardi dovuti agli extra costi sui materiali, il cantiere del parcheggio partirà in ritardo e quindi anche lo spostamento del mercato sarà posticipato.

Ad oggi - aggiunge Miano -non conosciamo i tempi. Siamo in attesa di avere un nulla osta dal Ministero delle Infrastrutture su questo extra costo del 40%.

Se entro fine anno le notizie fossero positive, si partirà con il bando e quindi con la realizzazione del parcheggio. Stiamo seguendo tutto l'iter con attenzione". 

 

 

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium