/ Cronaca

Cronaca | 30 novembre 2022, 12:36

Scontri del 26 ottobre 2020 a Torino, la sentenza d'appello conferma: "Non fu devastazione"

I condannati sono una ventina e per alcuni c'è stata una leggera riduzione della pena

vetrine devastate

Scontri del 26 ottobre 2020 a Torino, la sentenza d'appello conferma: "Non fu devastazione"

Non fu un'ondata di "devastazione e saccheggio" ma una serie di furti: la Corte di Appello ha confermato la sentenza di primo grado al processo per l'assalto ai negozi del centro storico di Torino che si verificò il 26 ottobre 2020 in occasione di una delle prime manifestazioni contro le misure anti Covid.

Riduzione di pena per alcuni

I condannati sono una ventina e per alcuni c'è stata una leggera riduzione della pena. Il 26 ottobre 2020 un migliaio di dimostranti si radunarono in Piazza Castello. Approfittando dei momenti di tensione con le forze dell'ordine, gruppi di giovani, provenienti in prevalenza dalle periferie, depredarono i punti vendita nei negozi di lusso come Louis Vuitton, Gucci e Geox dopo averne sfondate le vetrine.

L'impostazione iniziale della procura, che aveva contestato il reato di devastazione, non è stata accolta.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium