/ Attualità

Attualità | 08 dicembre 2022, 18:48

Luci e immagini sul fiume e sulla scuola, l'Istituto Albe Steiner illumina la Dora e i suoi dintorni

Si è concluso il progetto “Steiner and the City”, finanziato con il bando Tonite. Proiettati, per alcuni mesi, i lavori multimediali realizzati dagli studenti

lavori studenti Istituto Albe Steiner

L'Istituto Albe Steiner illumina la Dora e i suoi dintorni

Steiner and the City”: l'Istituto Professionale “Albe Steiner” di Torino ha scelto questo iconico nome per intitolare il progetto che ha visto i propri studenti e le proprie studentesse “illuminare” le sponde della Dora Riparia per alcuni mesi con creazioni multimediali e opere artistiche e grafiche inerenti diverse tematiche tra cui cyberbullismo e violenza sulle donne, ma anche le attività scolastiche.

Il progetto

Le foto e i video realizzati dai ragazzi e dalle ragazze di 4° e 5° sono stati proiettati sul fiume nelle vicinanze del Ponte Carpanini, mentre nella serata conclusiva, andata in scena lo scorso martedì, le stesse hanno animato la facciata anteriore della scuola per essere visibili da Lungo Dora Napoli: “Il proiettore fulcro del progetto - ha spiegato Maurizio Bancone, docente coordinatore della parte fotografica – ha reso possibile l'iniziativa grazie a un palinsesto programmato a orari e giorni prestabiliti: è bastato cambiarne l'orientamento per riprodurre il videomapping sulla facciata della scuola”.

Gli obiettivi

L'iniziativa è stata finanziata attraverso il bando Tonite della Città di Torino: “L'idea di fondo – ha proseguito Bancone - è stata quella di riqualificare, attraverso la luce, una zona che dalle 18 in avanti cambia volto; in questo modo abbiamo acceso un riflettore in forte antitesi con quello che purtroppo accade nei dintorni. Contemporaneamente, abbiamo voluto trasmettere l'immagine di un'istituzione presente e attiva su un territorio in cui si sente fortemente radicata”.

Gli studenti partecipanti a “Steiner and the City” sono stati circa 100: “I ragazzi - ha concluso – si sono sentiti molto coinvolti e contentissimi di veder realizzato un proprio lavoro non solo sulla carta ma anche nella pratica: credo che il concetto di merito significhi mettere tutti nelle condizioni di dare i migliori frutti indipendentemente dalle proprie caratteristiche, e non consista nella ricerca del meglio a qualsiasi costo”.

Foglietta: “Siete un'eccellenza”

All'evento conclusivo ha partecipato anche l'assessora all'innovazione della Città di Torino Chiara Foglietta: “Siete - ha dichiarato – un'eccellenza e un presidio fondamentale di questo territorio: grazie a questo progetto, infatti, ci avete indicato come le forme di sicurezza e vivibilità possano avere una declinazione diversa, trasmettendo l'importanza di recuperare lo spazio pubblico per far sì che i vuoti urbani non siano occupati da atteggiamenti impropri”.

Marco Berton

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium