/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 19 gennaio 2023, 11:08

Serra Yilmaz, la musa di Ferzan Ozpetk, a Fertili Terreni: "Torino città affascinante, volevo tornare per lavorarci" [INTERVISTA]

L'attrice de 'Le Fate Ignoranti' e 'La finestra di fronte' stasera da Bellarte legge due testi tratti dalle Novelle Orientali di Marguerite Yourcenar

Serra Yilmaz

Serra Yilmaz, la musa di Ferzan Ozpetk, a Fertili Terreni

Serra Yilmaz, l’attrice musa del regista turco Ferzan Ozpetek, protagonista di tanti suoi film dal cult Le Fate Ignoranti a La Finestra di fronte, arriva nel capoluogo sabaudo per tre giorni di letture per la seconda parte della rassegna teatrale Fertili Terreni.

Da questa sera, giovedì 19 a sabato 21 gennaio, presenterà le “Novelle Orientali” dall’opera di Marguerite Yourcenar per Bam Teatro.  

“Leggerò due versioni ridotte dei testi della Yourcenar- spiega l’attrice - anche perché da troppo tempo siamo condizionati dalle capacità di concentrazione ridotte con gli schermi che hanno invaso la nostra vita. In un’ora dunque leggerà queste due novelle, che sono le mie preferite: Come Wang-Fô fu salvato e L'ultimo amore del principe Genghi”.

Attrice di cinema e di teatro, non ama definirsi Serra Yilmaz, ma ogni volta che si fa il suo nome il primo pensiero va alla sua interpretazione nel film di Ozpetek, Le Fate Ignoranti, da poco diventato anche una serie tv. 

“È stato molto bello tornare su questo progetto - ammette Serra - ma non è la stessa cosa. La serie parte dal film, ma per otto puntate abbiamo dovuto raccontare altre storie rispetto a quella centrale. E’ stato bello e molto commovente, ma si è trattato di un’altra esperienza”.  

Nel corso della sua carriera ha sempre parlato dei diritti delle donne e di come difenderli anche attraverso la cultura. Cosa ne pensa di quanto proprio la cultura sta facendo per le donne in Iran? 

“Penso che c’è una grande processo in corso che riguarda le donne ma c’è ancora molto da fare. C’è questo politicamente corretto che ha invaso la nostra vita che mi dà molto fastidio. Non è che perché facciamo una barzelletta su una donna che le cose vengono migliorate. L’umorismo esiste grazie alla politica incorretta. C’è molto da fare, ma c’è troppa esagerazione per tante cose. Spero che andrà sempre meglio. Abbiamo tanto tempo per far tremare tutti questi pregiudizi e anche tante donne da convincere”.  

Per tre giorni sarà qui a Torino. Cosa ne pensa della città com’è oggi?

"L’ho conosciuta la prima volta quando ero nella giuria del Lovers Film Festival. La trovo una bellissima città che ha un gran fascino. Ho sempre sognato di lavorarci un giorno, certo questa volta ho solo tre giorni, ma ho fiducia di tornare per viverla un po’ di più”. 

Per info sullo spettacolo di Fertili Terreni che andrà in scena da Bellarte: https://www.fertiliterreniteatro.com/evento/novelle-orientali/2023-01-21/

Chiara Gallo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium