ELEZIONI REGIONALI
 / Sanità

Sanità | 27 marzo 2023, 14:13

Bobbio Pellice vuole un medico tutto per sé e per Villar

L’Amministrazione comunale non è soddisfatta della soluzione che si prospetta dal pensionamento del dottor Ghirardi

Bobbio Pellice vuole un medico tutto per sé e per Villar

Bobbio Pellice rivuole un medico a tempo pieno che si possa occupare dei suoi pazienti e di quelli di Villar, così come faceva Osvaldo Ghirardi che andrà in pensione il 1° aprile, e la dottoressa che lo sostituiva, Katia Rinesi. All’Amministrazione comunale, infatti, non convince la soluzione prospettata dall’Asl To3, che consiste nel destinare i pazienti di Bobbio e Villar Pellice ai due medici in valle che hanno ancora posto, e che visitano anche a Torre Pellice, rispettivamente la dottoressa Jourdan e il dottor Malan.

L’ipotesi di affidare il servizio complessivo alla dottoressa Rinesi – così come auspicato da una raccolta firme tra i cittadini – non sarebbe stato possibile, in quanto non ancora iscritta negli elenchi abilitativi regionali. Inoltre andrebbe valutata l’effettiva carenza di medici in zona. Infatti la legge prevede che, finché hanno posti liberi, i pazienti devono rivolgersi ai dottori già in servizio. Qualora non ci fossero soluzioni, tocca alla Regione decretare la carenza e aprire un bando per arrivare alla nomina di un medico che copra la zona.

“Dalle trattative con i due medici emerge che sarà disponibile un servizio molto ridotto sul nostro territorio – spiega il sindaco di Bobbio Pellice Mauro Vignola –. Qui a Bobbio, passeremo infatti da due giornate a una sola mezza giornata”.

Inoltre i pazienti di Bobbio dovranno raggiungere Torre Pellice per visite fuori dall’orario di sevizio nel loro paese, mentre finora bastava raggiungere l’ambulatorio di Villar del dottor Ghirardi e della sua sostituta Rinesi. “I due Comuni assieme contano circa 1.600 abitanti, numero che basterebbe per avere un unico medico di base che lavori per entrambi. Cosa che noi puntiamo ancora ad ottenere nel dialogo aperto con l’Asl” afferma Vignola.

Per l’Amministrazione comunale di Villar Pellice, invece, la situazione è più semplice: “È vero, anche a noi sarebbe piaciuto avere un medico solo, in comune con Bobbio, ma con il pensionamento del dottor Ghirardi la situazione dei nostri cittadini non peggiorerà” assicura il sindaco, Lilia Garnier. Ormai, infatti, il dottore aveva solo più due ore consecutive in paese: “Malan continuerà a fare due ore ma in giornate diverse, il martedì e giovedì, soluzione che potrebbe essere più comoda per i nostri cittadini” afferma Garnier.

Diversamente da ciò che succedeva a Bobbio, a Villar Pellice, Ghirardi non era l’unico medico: da anni c’era già la dottoressa Grand che ha studio anche a Torre Pellice. “Per questo una parte dei villaresi è già abituato a recarsi a Torre Pellice per visite fuori l’orario di sevizio in paese” aggiunge.

Elisa Rollino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium