/ Attualità

Attualità | 24 aprile 2023, 10:37

La siccità mette in crisi gli alberi a Grugliasco: il Comune valuta alcuni tagli

In programma anche nuove piantumazioni di arbusti che patiscano meno la mancanza di acqua

foto di archivio

La siccità mette in crisi gli alberi a Grugliasco: il Comune valuta alcuni tagli

Il periodo di scarsissime piogge e la conseguente siccità sembra perdurare dall'anno scorso in tutto il nord Italia ed eventuali piogge a intermittenza non risolveranno, a breve, i problemi che questo fenomeno comporta. In primis la moria degli alberi. Se guardiamo alcuni dei nostri alberi troviamo rami secchi, spogli e rinsecchiti e terreni sempre più aridi. Non solo a Grugliasco, ovviamente, ma in tutto il nord Italia e in alcune zone dell'Europa.

Lo mostrano alcune immagini satellitari del Regno Unito, dove vaste aree verdi appaiono ora gialle o addirittura nere, a causa della siccità estrema. Ma fenomeni di questo genere si stanno verificando anche in Italia, dove i rilievi sono in corso: nella Valle d'Aosta molti alberi non riescono a germogliare e sono secchi. In Italia il 2022 è risultato l'anno più caldo e più secco mai rilevato, secondo i dati del Consiglio Nazionale delle Ricerche (dato dell'Isac-Cnr).

Temperature alte e siccità stanno mettendo a dura prova i nostri alberi: nella media globale il 2022 risulta il sesto anno più caldo di sempre. Queste temperature, unite alla mancanza di acqua nel terreno, potrebbe avere importanti conseguenze negative, ancora da approfondire, per la vegetazione e per l'ambiente. 

Intanto anche la Città “deve fare i conti” con mesi e mesi di siccità che costringerà, nelle prossime settimane, i tecnici dell'Amministrazione comunale a intervenire per tagliare  gli alberi secchi in varie zone di Grugliasco.  

In apparenza, queste piante sembrano poter resistere senza gravi problemi: le foglie si avvizziscono, alcune si bruciano e accartocciano, altre cadono prima della normale stagione. Questi sono alcuni dei danni a breve termine che la pianta é in grado di recuperare. Tuttavia, se la siccità persiste durante un lungo periodo di tempo, come è stato dal 2022, alberi e grandi arbusti possono iniziare a mostrare segni piú permanenti, che includono una crescita minore o nulla, la perdita di alcuni rami che si seccano e la morte. Inoltre gli attacchi dei parassiti aumentano perché la pianta, da un lato, é indebolita dalla mancanza d’acqua.

Dall’altro, perde l'effetto benefico degli insetti predatori dei parassiti perché sono molto meno attivi. La pianta sa difendersi peggio dai patogeni perché non é più capace di compartimentare gli attacchi, ossia di isolarli in una specie di “camera” separata dal resto della pianta. 

Anche se dall'esterno alcuni alberi sembrano sani, all'interno si presentano vuoti o marci e alla prima forte raffica di vento o temporale potrebbero cadere al suolo creando problemi di sicurezza per i cittadini.  

L'Amministrazione comunale di Grugliasco da mesi è attiva con diversi arboricoltori, gli specialisti nella cura dell'albero, per monitorare tutte le migliaia di piante presenti sul territorio. Attraverso le loro conoscenze tecniche e pratiche nella gestione degli alberi, sono in grado di capirne lo stato di salute, la presenza di un problema se esistente e di provvedere per risolvere nella maniera più opportuna, garantendo la sicurezza. Purtroppo, però, nelle prossime settimane, saranno abbattuti anche alcuni alberi di grandi dimensioni già individuati come malati o morti e quindi pericolosi.  

In contemporanea i tecnici comunali stanno ripensando al nostro spazio e alle nuove piante da piantumare nel prossimo autunno, in modo strategico (nuove tipologie arboree più resistenti alla siccità) per contrastare in parte l'impatto della mancanza d'acqua con la quale dovremmo imparare a convivere. Il primo passo, infatti, sarà di scegliere le piante giuste per garantire che crescano e sopravvivano, soprattutto in questo momento storico senza uguali.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium