/ Politica

Politica | 14 giugno 2023, 14:42

Regionali, DemoS indica la via: “Serve al più presto un leader e una coalizione ampia”

Il partito di centrosinistra manda un messaggio alla coalizione in vista del voto del 2024: “Avviamo il confronto, il civismo sarà rilevante”

elena apollonio e demos

Regionali, DemoS indica la via: “Serve al più presto un leader e una coalizione ampia”

A un anno dalle elezioni Regionali (ed Europee), con l’incertezza su candidati e coalizioni a farla da padroni, DemoS manda un messaggio al centrosinistra: “Bisogna individuare un leader, definire un programma e formare una coalizione ampia”.

La ricetta di DemoS per le Regionali

Per spezzare questa condizione di stallo, il partito indica la via al centrosinistra: “E’ importante che si avvii un confronto serio e leale tra le forze di centrosinistra per individuare un leader e per definire un programma intorno a cui aggregare il maggior numero di forze politiche e civiche”. Poi la stoccata: “Ma ad oggi devono ancora iniziare gli incontri tra i possibili alleati, mentre non sono mancate interviste volte a posizionamenti personali di singoli esponenti civici o politici”. Un riferimento alla candidatura di Daniele Valle forse, ma non solo.

Coalizione e civismo, la posizione di DemoS

Per DemoS Democrazia Solidale l’unica speranza di vincere le Regionali è quella di costruire una coalizione ampia e inclusiva: “Auspichiamo una coalizione che comprenda le migliori istanze del centrosinistra sia che provengano dai partiti, sia che provengano dalla società civile. Quanto al civismo, pensiamo che le realtà civiche assumano un significato molto rilevante quando nascono e si radicano in un territorio e che operazioni regionali o nazionali di «ingegneria politica» possono al più essere utili a creare aggregazioni elettorali che difficilmente riescono poi esprimere una linea politica comune e a proseguire in un cammino comune. Per questo le fughe in avanti su possibili liste civiche che leggiamo in questi giorni ci paiono un po’ premature e poco opportune perché potenzialmente più divisive che unitive”.

Poi, dopo l’apprezzamento al programma di incontri regionali proposto dalla direzione del Pd, primo partito della colazione, la conclusione: “Ci auguriamo che si creino presto le condizioni per un confronto politico che sappia interpretare i tempi e che crei un vero collante tra forze civiche e politiche dì centro sinistra intorno ai temi della coesione sociale, della crescita culturale e economica, del rispetto dell’ambiente e della pace”.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium